Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
politica

In Sicilia 17.075 dipendenti. Quanto la somma di 15 regioni

 

La Regione Sicilia è terra di primati che, se il mondo si capovolgesse, la porrebbero come esempio virtuoso. Invece no, il mondo non guarda al contrario e resta attonito di fronte ad una spesa annua per il personale che, compresi gli oneri sociali, tocca il record di un miliardo, poco meno della metà di quello che impiegano complessivamente le 15 regioni a statuto ordinario per pagare il proprio personale.I dipendenti ufficiali della Regione Sicilia, secondo l’ultima statistica comparabile elaborata per il 2015 dalla Corte dei conti, sono 17.057.  Il numero dei dipendenti è cinque volte quello della Regione Lombardia, che ha però il doppio degli abitanti rispetto alla Sicilia. Dei circa 17mila dipendenti, 4.857 sono ex precari, che negli ultimi anni sono stati assunti – senza concorso – con contratto a tempo indeterminato.

Articolo sul Sole 24 Ore del 27 ottobre 2017
Ultimi commenti
  • Luca Tremolada |

    Correggiamo subito nel titolo

  • Luca Tremolada |

    Correggiamo nel titolo

  • fabrizio |

    Altra pagina di pessima informazione.
    Innanzitutto va corretto un clamoroso errore.
    E cioe’ che il dato (neanche aggiornato) riguarda il totale dei dipendenti REGIONALI e non dei dirigenti.
    Inoltre il paragone fatto nell’articolo e nella relativa grafica e’ semplicemente assurdo per due motivi.
    1) Si confrontano, tra le varie regioni, i numeri relativi ai DIPENDENTI REGIONALI (senza specificarlo).
    E’ questo e’ totalmente errato perche’ nelle regioni a statuto speciale la maggior parte degli impiegati pubblici e’ regionale mentre nelle regioni a statuto ordinario la maggior parte degli impiegati e’ statale.
    Si stanno quindi paragonando due cose totalmente diverse.
    2) Si da’ semplicemente il dato totale non tenendo conto del numero di abitanti della regione.
    E questo e’ totalmente errato, visto che e’ normale che, giusto per fare un esempio, una regione con 10 milioni di abitanti (la Lombardia) abbia un numero di dipendenti pubblici molto superiore a quello di una regione di 300 mila abitanti (Molise).

    L’unico paragone corretto che si puo’ fare tra le regioni e’ quello tra il NUMERO TOTALE DI DIPENDENTI PUBBLICI PRO CAPITE.
    E da quello, si scoprirebbe che la Sicilia, pur con enormi sprechi, e’ dodicesima (su 20) tra le regioni Italiane

  • Andrea |

    Per la verità : quelli che voi chiamate dirigenti sono il totale dei dipendenti regionali e tra questi sono compresi quelli che svolgono funzioni “statali” che sono quelle riservate allo Stato di Sicilia come stabilito nello Statuto Siciliano recepito poi nella Costituzione Italiana per un reciproco riconoscimento tra Stati. Le altre Regioni con fate il confronto non hanno il carico di queste funzioni statali . I conti devono essere fatti diversamente. Ciò non toglie che vi siano sprechi ma non quelli da voi additati.

  • Giuseppe |

    @Sandro perfetto. Delle altre regioni non hanno tenuto in conto degli impiegati statali di chi ricopre gli stessi ruoli in Sicilia. Come dire quegli enti si gestiscono da soli, senza persone. Come gettare fango sulla Sicilia da parte di un ignorante giornalista, che addirittura scrive in un giornale così importante. Cose da pazzi!

Suggeriti