Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
norme

Fisco internazionale, ecco il nuovo elenco dei paesi collaborativi (white list)

Investimenti degli operatori finanziari esteri nel nostro Paese con meno ostacoli fiscali. Con la pubblicazione del decreto del ministro delle Finanze del 9 agosto nella «Gazzetta Ufficiale» di ieri è stata , infatti,aggiornata la lista dei Paesi cosiddetti «white list» secondo quanto previsto dall’articolo 6, comma 1 del decreto legislativo 239/1996. E nella white list entrano Paesi che fino a qualche anno fa venivano considerati “opachi”, come, solo per citarne alcuni, Svizzera, San Marino e Liechtenstein.
Il decreto 239/1996, che di fatto ora viene integrato con la nuova lista, stabilisce la non applicazione dell’imposta sostitutiva sugli interessi, premi e altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, pubblici e privati, percepiti da soggetti residenti in Paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni. La nuova lista conta più di 120 Paesi (si veda il grafico a fianco) che sono quasi il doppio della precedente che ne contava meno di 70.

 

Articolo pubblicato a pagina 27 del Sole 24 Ore del 23 agosto 2016