Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Italia leader nel riciclo in Europa. 5,9 milioni di tonnellate di rifiuti importati

5,9 milioni di tonnellate, è la quantità di rifiuti importati per il riciclo

450mila tonnellate, è l’ammontare di spazzatura che l’Italia non riesce a smaltire e quindi esporta

62%, è la quantità di rifiuti ferrosi importati che l’Italia mette a disposizione delle sue acciaierie

Standard elevati nel riciclo dei materiali industriali e grosse difficoltà nello smaltimento dell’immondizia non riciclabile. Così si può sintetizzare il funzionamento della macchina del riciclo dei rifiuti in Italia.

Secondo la nuova edizione del rapporto «L’Italia del riciclo» della Fise Unire (associazione di Confindustria delle aziende del recupero rifiuti), l’Italia è leader in Europa nel riciclo con 5,9 milioni di tonnellate di rifiuti importati e riutilizzati. Tra questi, non solo i materiali riciclabili che provengono dalla raccolta differenziata nei Comuni (vetro, plastica, legno), ma anche materiali industriali che vengono riutilizzati come nuova materia prima. In particolare, i materiali ferrosi che l’Italia importa e indirizza verso le proprie acciaierie per il riutilizzo coprono il 62% di tutti i rifiuti importati.

D’altra parte, però, l’Italia paga a caro prezzo l’esportazione di 450mila di tonnellate di immondizia che vanno ad alimentare il teleriscaldamento in Germania e Olanda.