Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
infodata del lunedì

Riscatto della laurea: ecco il calcolatore per fare il test di convenienza

Per tutti coloro che non hanno ancora compiuto 45 anni il decreto legge 4/2019 introduce la possibilità di un riscatto agevolato per gli anni dal 1996 in poi. È possibile riscattare i seguenti titoli: diploma universitario (2-3 anni di durata), la laurea triennale, quadriennale o a ciclo unico, il diploma di specializzazione post-laurea, nonché il dottorato di ricerca (se si sono versati i contributi alla gestione separata Inps). Si sottolinea inoltre che è possibile chiedere il riscatto anche di periodi parziali, più brevi rispetto alla durata legale del proprio corso di studio. Per fare il test di convenienza basta inserire il numero di anni da riscattare e il reddito annuo: saranno così calcolati i costi del riscatto ordinario e di quello agevolato.

 

Ultimi commenti
  • clap75 |

    Sono nella stessa situazione. Ho lavorato in Italia sono una parte dell amia vita. Non credo che non sia previsto. Fanno fede i 12 mesi meno remoti di contribuzione in Italia. Nota: ho effettuato una simulazione sul sito INPS, hanno ancora la scheda e la procedura per il riscatto ordinario. A quando l’aggiornamento?

  • Valeria |

    Tra 2 mesi compio 45 anni, laureata nel 99 , non avevo contributi negli anni di studio, lavoro dal mese dopo che mi sono laureata, imponibile dell’ultimo anno circa 55000.
    Direi che ho convenienza…. a chi mi devo rivolgere per info? Si paga in un’unica soluzione? E deduco il versamento vero? Grazie

  • Antonio |

    Ho lo stesso problema con mio figlio

  • Marco |

    Buongiorno, vorrei sollevare una questione che probabilmente non è prevista e che riguarda il mio caso. Lavoro in uno stato della UE, con pochi contributi negli anni passati in Italia. Posso riscattare i miei 5 anni di laurea? Probabilmente no, ma in caso si potesse, come si accederebbe alla detrazione del 19%?
    Grazie
    Marco

  • marco bellucci |

    Vorrei avere qualche spiegazione riguardo al calcolatore del riscatto della laurea :
    Nell’esempio di default che viene proposto si ipotizza un riscatto di 3 anni con un imponibile di 17.000 euro con questo risultato.

    Numero anni da riscattare: 3
    Imponibile : 17.000 euro
    Riscatto Ordinario : 16.830 euro
    Riscatto Agevolato : 15.720 euro

    Nel caso seguente che riguarda la situazione di mia figlia in possesso di laurea triennale e che ha lavorato nell’ultimo anno con un imponibile netto di 6.000 euro ipotizzando il riscatto di 3 anni, la simulazione indica che il riscatto ordinario ha un costo nettamente inferiore a quello agevolato
    (5.940 anziché 15.720):

    Numero anni da riscattare: 3
    Imponibile : 6.000 euro
    Riscatto Ordinario : 5.940 euro
    Riscatto Agevolato : 15.720 euro

    In questo caso (dove il riscatto ordinario è chiaramente più conveniente) vorrei sapere:
    – è possibile scegliere il riscatto ordinario anziché quello agevolato oppure è obbligatorio quello “agevolato”?
    – Esistono differenze per quanto riguarda la futura situazione previdenziale nel caso che venga scelta una soluzione piuttosto che l’altra?

Suggeriti