Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
politica

Scissione Pd: la mappa delle fondazioni che custodiscono i beni dell’ex Pci

Ugo Sposetti, ex tesoriere dei Ds e senatore dem vicinissimo a D’Alema, si dichiara anti-scissione con poche e incisive parole che hanno un impatto non da poco sulla guerra dei beni in corso da nove anni tra Ds e Pd. Quando infatti a inizio febbraio lo spettro della divisione cominciò a materializzarsi, i Dem pensarono subito a quella cassaforte di 68 fondazioni con dentro 2.399 immobili, 410 opere d’arte e un valore stimato di circa mezzo miliardo di euro.

Dopo la dichiarazione di Sposettisi registra già una maggiore freddezza rispetto alle intenzioni bellicose di quindici giorni fa. Si vociferava addirittura di un passaggio di mano della guida delle fondazioni da Sposetti a Orlando, poi prontamente smentita.

Le 68 fondazioni sono distribuite in tutta la penisola ed hanno come capofila l’associazione Enrico Berlinguer. Un patrimonio che fa gola ai Democratici, soprattutto in un periodo in cui i finanziamenti ai partiti languono.

Articolo sul Sole 24 Ore del 23 febbraio a pagina 8

Ultimi commenti
  • Salvatore |

    Mi riferisco al commento dell’ing. V.Biagini. Non ci sono dubbi , ma solo certezze che le ricchezze delle fondazioni politiche sono patrimonio esclusivo dei contribuenti italiani, obbligati a versare tasse ingegneristicamente costruite a favore dei partiti e dei parlamentari in maniera tale che nessuno , nemmeno i 5St possano non eliminare ma addirittura ridurle.
    Purtroppo però questo patrimonio non potrà mai essere utilizzato anche minimamente a favore del popolo italiano neanche quando si verificano eventi calamitosi.

  • Ing. Vittorio Biagini |

    Con quali attività economiche o commerciali questi enti/partiti hanno potuto accumularetali patrimoni?
    Mi domando se ciò è regolare, o se tali ricchezze non appartengano ai cittadini che hanno pagato le tasse?
    È un dubbio sciocco?

  • Giuseppe |

    Buona sera, la scissione è un danno per il partito e quindi per l´Italia. Sono convinto che l´unione fa la forza. Il referendum è stato perso per il negativo segnale all´interno del partito.
    Cordiali saluti
    Giuseppe – Badia (BZ)

  • elisabetta CALLEGARO |

    Il potere ha bisogno di tanti soldi, più soldi più potere… svelato il velo principe, non vale certo solo per ds/pd. Personalmente chiedo che dismettano la maggior parte di questo patrimonio per aiutare quegli ingenui poveri elettori e non, che oggi sono tanto in difficoltà, non con elemosine ma con investimenti seri in formazione, riqualificazione, ecc. Valga per tutti:
    basta con vitalizi, privilegi, corruzione e accumulazione di ricchezze di cui non si parla mai.
    La raccolta e la gestione di tali ricchezze non va certo affidata ai ladri… Forse potremmo votare in massa questo nuovo partito Politico.

Suggeriti