Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

L’erosione del ceto medio: diverse cause, ma un destino comune

L’assottigliamento della middle class non è un problema “made in Italy”, ma un fenomeno che riguarda tutti i Paesi europei. La classe media, ricordiamolo, viene calcolata come il gruppo di coloro che hanno uno stipendio compreso tra l’80% e il 120% del reddito mediano di uno stesso Stato. E i numeri sono impietosi: si è passati dal 30% al 27% in Germania, dal 29 al 25 per cento in Spagna. Persino in Danimarca, che possiede il ceto medio più vasto di tutto il continente, il gruppo si è ridotto comunque di 4 punti percentuali. La Lettonia vince il primato per la polarizzazione sociale: la fascia mediana di benessere comprende solo il 23% della popolazione.

La colpa non va però attribuita in toto alla crisi, che è stata in un certo senso la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Un fenomeno che risale nel tempo, quindi, quello dell’erosione della classe media e che ha cause diverse di Paese in Paese. Per alcuni l’indebolimento della contrattazione collettiva, per altri il calo dell’occupazione nel settore pubblico. In Olanda e nel Regno Unito i riflettori sono puntati sui single: a Londra tre quarti delle famiglie monogenitoriali si trovano al di sotto della media del reddito nazionale.

Articolo sul Sole 24 Ore del 5 dicembre a pagina 20