Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
tecnologia

Cosa c’è dentro Playstation Pro? L’analisi

Playstation Pro è la conferma che le macchine da gioco non moriranno mai. Non siamo in presenza di una nuova console ma di un intelligente aggiornamento tecnico pensato più per i gamer che per un pubblico più largo. Non si spiegherebbe altrimenti la scelta di uscire a novembre, a soli tre anni di distanza dalla nascita della Playstation 4, con una nuova versione più potente, ultra hd a 399 euro. Ma senza un lettore Blu Ray Ultra Hd (o 4k). La console può solo riprodurre i contenuti in streaming a quella risoluzione.
La mossa di Sony vuole essere la risposta all’Xbox One S della Microsoft arrivata in agosto con tanto di uscita video 4K. In comune queste due console supportano l’hdr (acronimo di high dynamic range), tecnologia che consente di avere una maggiore dinamica di colori alzando l’asticella della luminosità, e sono retrocompatibili. Nella Playstation Pro però il segnale video in 4K è generato tramite upscaling. Questo consente agli sviluppatori di operare un trade off tra il frame rate e la risoluzione dell’immagine. In altre parole, la tecnologia di upscaling di Ps4 Pro è in parte programmabile. Il che lascia ai game designer una maggiore libertà di campo.

 

 

In realtà la scelta di non avere il 4k nativo ha ragioni di costo di produzione più alti ma anche è figlio di  un nuova gestione dei formati video.  Secondo fonti interne (settembre 2016) oltre il 90% del totale dei contenuti video fruiti su Ps4 avviene attraverso lo streaming. In questa direzione Sony Interactive Entertainment è concentrata nel mette a disposizione degli utenti servizi di streaming di qualità, come Netflix e Youtube. Netflix ha previsto un aggiornamento per PS4 Pro che darà la possibilità agli utenti di godere di contenuti in 4K come la seconda stagione di “Narcos” e la serie Marvel “Luke Cage”. Ed entro la fine dell’anno sono previste circa 600 ore di contenuti in 4K su Netflix. Anche YouTube, una delle più grandi fonti di video in 4K, ha previsto al lancio un aggiornamento. Niente dischetti quindi, il 4k solo in streaming.

Ma veniamo alla prova. Come anticipato il meglio di sè la console lo dà  con i videogiochi. La prova l’abbiamo fatta su uno schermo Oled di Lg. Anche perché senza pannello 4k non ha senso la Playstation Pro. I giochi una volta scaricato l’aggiornamento raggiungono risoluzioni da  2560 per 1440 pixel in sù. Nel primo caso circa la metà dell’Ulta Hd. Tuttavia, impressionano i dettagli, la gamma dei colori e la dinamica video. Come dire, la differenza c’è e si vede. In questo caso è anche superiore a quella di Xbox S. Per ora di videogiochi con  il supporto per Ps4 Pro ne abbiamo contati  36. Per un giudizio più compiuto occorrerà aspettare nel 2017  titoli come Horizon Zero Down e For Honor.  Ma la differenza quando si gioca e con il televisore giustp c’è tutta. Un appunto estetico, infine. E’ grossa e rumorosa.