Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
politica

Pensioni, 700 milioni per le 14esime. La platea attuale e le ipotesi

 

Si terrà il 27 settembre 2016 l’incontro tra Governo e sindacati sul tema delle pensioni, dopo essere stato rimandato all’ultimo minuto (doveva svolgersi domani 21 settembre 2016). Al centro della manovra rimane l’Ape, ma a meno di una settimana dal confronto emergono nuove informazioni.

Del miliardo di euro che verrà stanziato, 700 milioni serviranno per le 14esime. Una parte (il 30%) verrà utilizzata per aumentare l’assegno dei pensionati che ad oggi beneficiano di questo bonus. Il restante 70% andrà a coprire l’estensione che si discuterà Lunedì.

Secondo indiscrezioni trapelate da fonti tecniche, a fronte di una platea attuale di 2,1 milioni di pensionati che ricevono la 14esima, si ipotizza un panorama post-estensione composto da circa 1,2 milioni di nuovi beneficiari, tra i quali in netto aumento quelli con oltre 25 anni di contributi versati (saranno circa 412.000). La composizione dei nuovi destinatari sarà molto più equilibrata rispetto a quella attuale, nella quale si registra una netta preponderanza di pensionati con fino a 25 anni di contributi (1,078 su 2,1 milioni).

Altra misura che sembra ormai certa è quella che riguarda la semplificazione delle regole per l’anticipo dei lavoratori impegnati in attività usuranti. L’accordo tra le parti in gioco sembra quasi raggiunto. Si attende il confronto per l’ufficialità.