Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cronaca

Brexit, gli europei in Uk e gli inglesi in Europa: tutti i numeri

L’Office for National Statistics (ONS) stimano che nel 2014, 8,3 milioni di persone che vivono nel Regno Unito sono nati all’estero, circa il 13% del totale della popolazione del Regno Unito. Di questi, 3,3 milioni provenivano da paesi ora nell’Unione Europea e 5 milioni provenivano da paesi extra-UE.

 

 

Mentre secondo i dati delle Nazioni Unite ci sono circa 1,2 milioni di persone nate in Gran Bretagna che vivono in un altro paese dell’Ue. Le comunità più grandi sono in Spagna – 309.000, Irlanda – 255.000, Francia – 185.000 e in Germania -. 103.000.

I soldi che arrivano in Europa. Molti degli emigranti britannici verso l’Europa, in particolare Irlanda, Italia, Germania, Cipro, Francia e Spagna, sono pensionati autosufficienti. Secondo Migration Watch Uk  degli 1,2 milioni di cittadini britannici che vivono in un altro paese dell’Ue, circa 800.000 sono lavoratori. Nel 2013/14 il Regno Unito speso 1,4 miliardi di sterline sui pagamenti pensionistici statali ai destinatari che vivono in altre parti dell’Unione europea.

La presenza britishi in Italia. Secondo un’indagine di InfoCamere che ha elaborato i dati di Registro imprese, come scrive Eunews il settore in Italia in cui i cittadini del Regno Unito sono più presenti sono quello delle attività commerciali, della manifattura e degli alloggi (o della ristorazione). La Lombardia è la regione con più presenze dalla Gran Bretagna nelle imprese, seguita da Lazio e Toscana. Al lato opposto della classifica c’è la Valle d’Aosta.

I cittadini del Regno Unito sono attratti più dalle società di capitali che dalle imprese individuali o dalle società di persone. E la maggior parte di loro ricopre ruoli di amministratori poi di titolari e di soci.