Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Inflazione allo 0,1% ma a novembre la deflazione colpisce le città italiane. Milano a -2%

+0,1%, è la percentuale di crescita dei prezzi in Italia

-11,2%, è il calo del comparto dei prodotti energetici non regolamentati, dato che ha inciso negativamente sull’inflazione totale

-2%, è l’indice di inflazione a Milano, che oltre a subire un raffreddamento della domanda tipico del periodo di novembre risente del calo dei prezzi degli alberghi in fase post Expo

Si ferma allo 0,1% la crescita dei prezzi registrata su base annua in Italia. Secondo i dati Istat, l’inflazione si attesta su livelli molto bassi per via del calo a doppia cifra del prezzo dei carburanti (-11,2%). A spingere in senso opposto sono invece gli alimentari lavorati (+3,2%) e i freschi (+10,3%).

A novembre il pericolo deflazione si è però palesato in molte città italiane: in testa Milano, con un -2% dovuto anche alla chiusura dell’Expo, seguono Bologna (-0,7%) e Padova (-0,4%).

Tratto da Il Sole 24 ORE del 15/12/2015, pagina 15