Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
tecnologia

I soldi, le lingue e i dialetti di Wikipedia. La crisi è finita?

La Wikimedia Foundation, la Fondazione che finanzia il progetto Wikipedia, ha appena reso noti i risultati della campagna di crowdfunding relativa all’anno fiscale 2015-2016. La raccolta di fondi lanciata tra gli utenti dell’enciclopedia libera ha permesso di raccogliere 77,2 milioni di dollari. Il tutto grazie ai 5,4 milioni di persone che hanno deciso di sostenere il progetto.

 

 

Più della metà delle donazioni sono arrivate dal Nord America: un dato che non stupisce, visto che la fondazione è nata a San Francisco. Ben 25,8 milioni sono stati raccolto tra gli utenti europei e quelli russi. Da segnalare, infine, gli 865mila dollari giunti nelle casse della WF dal Sud America. Numero poco significativo in termini assoluti, ma importante perché si tratta di una cifra 17 volte superiore a quella raccolta durante la precedente campagna di crowdfunding.

 

Fin qui i contributi. Ma quanti sono gli utenti? E quante le pagine di Wikipedia? I numeri, aggiornati al maggio di quest’anno, parlano di un totale di oltre 38 milioni di voci. E di poco meno di 11 milioni di visite ogni ora. La fetta più consistente, un dato che non stupisce, riguarda gli utenti di lingua inglese: 5,6 milioni ogni ora, praticamente la metà del totale, che visualizzano una degli oltre 5 milioni di pagine.

 

A spingere così in alto le statistiche, però, non sono solo inglesi e americani. A consultare queste pagine sono ad esempio un terzo degli utenti francesi, un quarto di quelli tedeschi, il 17,1% di quelli italiani. Già, l’Italia. Con poco meno di 1 milione e 300mila visite la sezione italiana di Wikipedia è all’ottavo posto a livello mondiale. Mentre grazie alle 283mila pagine viste ogni ora sale al settimo posto della classifica globale. Particolare, invece, il caso della Svezia: con poco meno di 3,4 milioni di pagine è la seconda più grande dopo quella in lingua inglese. Ma sono appena 5mila gli svedesi che la consultano ogni ora.

 

A dare vita a Wikipedia, come noto, sono direttamente gli utenti. A livello globale sono più di 2,1 milioni le persone che abbiano mai scritto una pagina dell’enciclopedia libera. Se però si guarda agli utenti attivi, ovvero a quelli che pubblicano più di 5 contributi al mese, si scende a 72mila. In pratica, uno ogni 30. Un rapporto che trova conferma se si guarda alle principali lingue in cui è scritta Wikipedia. L’eccezione riguarda la Francia dove, a fronte di un totale di 11mila autori, 4mila sono considerati attivi. Oltralpe la proporzione scende insomma a uno su tre.

 

 

Questo per quanto riguarda le lingue “ufficiali”. Già, perché su Wikipedia esistono anche le pagine in dialetto. O meglio, si registrano una decina di pagine scritte in altrettanti vernacoli parlati nella penisola italiana. Quella con il maggior numero di voci è il piemontese: ben 63mila le pagine dell’enciclopedia in versione “barotta”. Mentre i più assidui frequentatori della Wikipedia in lingua locale sono i sardi. Vivano o meno sull’isola, sono più di 1.600 ogni ora a consultare l’entziclopedia a cuntènnidu lìberu.

 

I più attivi nell’aggiornamento sono però i lombardi: sei appassionati di milanese che generano almeno cinque contenuti al mese, su un totale di 194 autori. Più o meno la stessa proporzione che si registra per le versioni in lingue “ufficiali”, come l’inglese o lo stesso italiano. Numeri a parte, la presenza di queste pagine fa di Wikipedia anche un mezzo di trasmissione di parlate che, almeno in alcune parti d’Italia, rischiano di andare perdute.