Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cronaca

Caldo e consumi di energia. Calcola la variabile del meteo

Contributo a cura della società Mathesia

Il consumo di energia elettrica, domestico e industriale, dipende dal comportamento dei consumatori, ma anche da condizioni ambientali come i cicli stagionali e notte/giorno, le festività, le condizioni atmosferiche, in particolare la temperatura. Utilizzando modelli matematici e avendo a disposizione lo storico dei consumi e le previsioni delle temperature su base oraria, è possibile fare buone simulazioni e previsioni su base oraria e giornaliera.

La sfida consiste nell’individuare il migliore specialista in grado di sviluppare modelli di previsione dei consumi energetici su base giornaliera, analizzando i dati storici dei consumatori e le previsioni metereologiche  Il nuovo modello predittivo che verrà realizzato da uno degli specialisti del network di Mathesia, completamente data-driven, dovrà analizzare milioni di dati di consumo su base geografica, correlandoli con le previsioni del tempo negli ultimi mesi e poi, attraverso strumenti statistici come modelli regressivi, machine learning e reti neurali, guardando le previsioni meteo per il giorno seguente, potrà suggerire il consumo previsto per ogni utente nelle ore successive.

Nei prossimi anni avremo a disposizione una grande quantità di dati, che permetteranno di fare previsioni in modo più accurato, e quindi di migliorare la pianificazione, la gestione e la conservazione dell’energia. La produzione e il consumo di energia nel prossimo futuro dovranno diventare più “smart”.
Oltre alla riduzione dei consumi e a un maggior utilizzo di fonti rinnovabili, tra gli obiettivi europei per il 2020 troviamo anche una misurazione più intelligente dell’energia, per utilizzo sia industriale, sia domestico.
Lo scenario energetico degli ultimi anni ha fatto emergere l’importanza della disponibilità di informazioni aggiuntive e più dettagliate relative ai consumi di energia elettrica. Secondo stime dell’Unione Europea, infatti, sistemi di misurazione e reti intelligenti possono ridurre le emissioni nell’Ue fino al 9% e il consumo annuale di energia delle famiglie di una percentuale analoga. Entro il 2020 l’Unione Europea chiede che l’80% dei contatori sia sostituito con un contatore intelligente, per far sì che le misurazioni siano più accurate. I primi smart meter sono stati messi in servizio già a partire nel 2001 e dal 2017 per oltre 30 milioni di utenti è iniziata la sostituzione con il nuovo contatore 2.0, che fornirà dati ogni 15 minuti.

Chi è Mathesia. Mathesia è una piattaforma di crowdsourcing dedicata alla matematica applicata, data science, simulazione e ottimizzazione. Mathesia permette alle aziende di entrare in contatto con una rete mondiale di specialisti con cui svolgere progetti di innovazione che richiedono competenze di alto livello.