Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
tecnologia

Startup: quanto vale il mercato del P2p lending in Italia?

È un mercato, quello del peer-to-peer o crowd lending, che in Italia vale ancora complessivamente poco, ovvero una decina di milioni di euro di finanziamenti distribuiti alle imprese nel corso del 2016. E questo perché il livello di conoscenza – delle aziende italiane, e delle Pmi in particolare – degli strumenti di accesso al credito alternativi al canale bancario è ancora bassa. Lo conferma, al Sole 24 Ore, Sergio Zocchi, un passato recente da Business angel e venture capitalist (ha fondato il fondo di investimento JVCapital ed è stato Partner di United Ventures), e ora amministratore delegato di Lendix Italia, la piattaforma di prestiti online per le imprese numero uno in Francia, con una market share superiore al 50%. La startup, nata nel 2014 e classificatasi al 32esimo posto nel rapporto 2016 Fintech100 realizzato da Kpmg in collaborazione con H2 Ventures, ha già erogato a 180 piccole e medie aziende d’Oltralpe oltre 57 milioni di euro, di cui 15 milioni nel 2015 e i restanti l’anno passato. La sua forza? Poter contare, come dice Zocchi, su un pool di investitori che garantisce una liquidità importante, e cioè un centinaio di milioni di euro raccolti, comprensivi dei circa 60 già distribuiti, per affrontare lo sbarco in Spagna, avvenuto lo scorso dicembre, e in Italia, dove la piattaforma sarà aperta agli investitori italiani, e in parallelo anche agli imprenditori, nel corso del primo trimestre.
Le dimensioni ancora molto limitate del mercato nostrano non spaventano Lendix. Secondo Zocchi, che guiderà dalla sede di Milano un team di una decina di professionisti, «è un business nascente e dalle grandi potenzialità, non è ancora sviluppato ma ci sono tutti i presupposti perché possa accelerare in modo sostanziale. Ma serve fare un’importante educazione di mercato per far capire i vantaggi di questi strumenti». La ricetta di Lendix, in tal senso, è quella di operare come piattaforma paneuropea di lending online per le Pmi, offrendo cioè agli investitori, privati (ne conta oggi circa 17mila) e istituzionali, la possibilità di operare su più Paesi contemporaneamente. Il tutto garantendo tempi di risposta e di concessione del prestito molto rapidi a chi richiede un finanziamento (48 ore e cinque giorni rispettivamente), parametri superiori alla media quanto ad entità dei prestiti (dai 30mila ai due milioni di euro con durata dai tre agli 84 mesi) e tassi di interesse per gli investitori tra il 4 e il 9,9%.
La presenza sul mercato italiano di altri attori del p2p lending, a cominciare da Borsa del Credito, non è un ostacolo. «La convivenza è possibile – dice ancora Zocchi -perché non ci sono rischi di prematura saturazione del mercato e perché le difficoltà nel reperire liquidità faranno da volano all’utilizzo dei canali digitali». La sfida è lanciata e non prevede per la startup nuovi round, dopo i circa 20 milioni di euro raccolti negli ultimi due anni da realtà quali Partech Ventures, Cnp Assurances, Matmut e Decaux Frères Investissements. Il focus è un altro, quello di convincere le Pmi italiane a credere in forme di finanziamento diverse rispetto a quelle tradizionali. E il giro d’affari che muovono le startup del p2p lending su scala internazionale dovrebbe essere d’esempio: in Europa l’entità dei prestiti erogati online è salita nel 2015 a circa 1,7 miliardi di euro e il centinaio di piattaforme attive nel Regno Unito hanno mosso da sole qualcosa come 1,3 miliardi di sterline, raggiungendo più di 10mila aziende (il 13% delle quali di piccolissime dimensioni) di settori diversi. Il rapporto annuale stilato dal Centre for Alternative Finance dell’Università di Cambridge in collaborazione con Kpmg, da cui sono estratti questi dati, evidenzia anche come il business della finanza alternativa in Europa, sommando i volumi di raccolta dal crowdfunding (in tutte le sue varie sfaccettature) a quelli del prestito peer-to-peer, sia cresciuto nel 2015 del 92%, raggiungendo i 5,4 miliardi di euro. Ora tocca all’Italia.
Ultimi commenti
  • Agnes Paul |

    Voglio usare questo mezzo per avvisare tutti i richiedenti di prestito di stare molto attenti perché ci sono truffe ovunque. Pochi mesi fa ero finanziariamente teso e, a causa della mia disperazione, sono stato truffato da diversi istituti di credito online. Avevo quasi perso la speranza fino a quando un mio amico mi ha indirizzato a un prestatore molto affidabile chiamato Karin Sabine che mi ha prestato un prestito non garantito di 10.000,00 Euro sotto 24Hours senza alcuno stress. Se hai bisogno di qualsiasi tipo di prestito contattali subito tramite email: sabinhelps@gmail.com o WhatsApp +79267494861.

  • quickfinance.dept@hotmail.com |

    Hai bisogno di un prestito? Prestito personale prestito aziendale è il tuo credito
    offriamo tutti i tipi di finanziamento a basso tasso richiedi subito ..
    Whatsapp: +919916071687
    Saluti..

  • Davis |

    Ciao a tutti. Ho visto commenti di persone che avevano già ricevuto il loro prestito da prestiti per il cuore puro e poi ho deciso di fare domanda sotto i loro consigli e poche ore fa ho confermato nel mio conto bancario personale un importo totale di € 100.000 che avevo richiesto. Questa è davvero una grande notizia e sto consigliando a tutti coloro che hanno bisogno di un prestito reale di fare domanda tramite la loro email (elenanino0007@gmail.com). Sono felice ora che ho ottenuto il prestito che ho richiesto.

  • Frank Robinson |

    La nostra offerta proposta per i clienti nel nuovo anno è un impegno positivo e totale, quindi lavorare con noi ti dà la massima certezza di essere finanziato perché abbiamo un rating A + nel finanziamento. Frank Loan Services (FLS) nel corso degli anni è stata valutata come una delle migliori società online con un tasso di interesse più economico. Se hai bisogno di finanziamento, non esitare a contattarci tramite telefono (+1-713-389-6778) o e-mail: k.frankloans@gmail.com

  • Davis |

    Sono così entusiasta di aver ricevuto un prestito da un prestatore che mi ha aiutato con il mio prestito. È stato incredibile come ho ottenuto un prestito … Ho provato un servizio diverso ma non sono mai riuscito a ottenere un prestito da quel servizio. Alcuni di loro mi chiederanno di riempire molti documenti e alla fine della giornata non finirà bene. Ma sono felice dopo l’incontro con Elena Nino. Sono stato in grado di ottenere il mio prestito di € 22.000, ora la mia attività va bene e voglio che lo sappiate tutti oggi perché sono veloci e affidabili al 100%. Ora sto pagando il prestito che ho ricevuto dalla società Elena Nino prestiti in tutto il mondo. Mettiti in contatto con loro e non perdere tempo con quei finanziatori contattaci gentilmente questa email: elenanino0007@gmail.com

Suggeriti