Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
politica

Rating 24: ecco l’agenda del governo

C’è la difficile fase operativa della ricostruzione post terremoto da portare avanti subito come primo impegno, visto che regole (dopo il sì al decreto sul sisma) e risorse (in legge di bilancio) già ci sono. Ma c’è una fase, anche qui subito «operativa» e «senza perdere giorni» come ha detto ieri il premier, che riguarda l’attuazione di riforme e misure lasciate in eredità da Renzi che vedrà il governo Gentiloni subito impegnato in Parlamento e nei ministeri: è il caso del pacchetto Giustizia con le delicate norme sul processo penale – dalla prescrizione alle intercettazioni – congelato da mesi al Senato (dopo il sì della Camera) in attesa del referendum e che ora «andrà avanti», ha promesso ieri Gentiloni. Sui nodi e il calendario possibile il premier ha già cominciato a parlare con il ministro della Giustizia Orlando e con il ministro dei Rapporti con il parlamento Anna Finocchiaro per far ripartire l’iter del Ddl che non si preannuncia facile per i mal di pancia all’interno della maggioranza (come Ncd) e per le tensioni con le toghe.

Articolo pubblicato sul Sole 24 Ore del 30 dicembre 2016