Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Gli italiani non rinunciano alla bellezza. Per le top 25 della cosmesi 2015 chiuso con 3 miliardi di fatturato

L’industria della cosmesi sembra non conoscere crisi. Lo dimostrano i conti delle aziende italiane e dei grossi gruppi internazionali attivi in Italia.

Nel 2015, secondo i dati elaborati da Pambianco Strategie di Impresa, le prime 25 aziende italiane della bellezza hanno fatturato complessivamente ben 3,1 miliardi di euro, il 7,8% in più rispetto al 2014. Fatturato in salita anche per le straniere, che hanno chiuso il 2015 a 2,3 miliardi, +4,5% sul 2014.

Il trend di crescita, costante ormai da anni, sembra essere alimentato dalla ripresa della domanda interna (+1,5% nel 2015) ma anche dall’export che lo scorso anno ha messo a segno una crescita record del +14,5%.

Prima (e con notevole distacco) nella classifica delle aziende italiane è Kiko, che ha chiuso l’anno con 505 milioni di ricavi, in crescita del 17% sul 2014.