Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Imprese lombarde sempre più tassate. Per capannoni e uffici si può arrivare a 48mila euro

48mila euro, è l’importo medio annuo in tasse, che un imprenditore potrebbe pagare nel 2015 in Lombardia per una struttura lavorativa composta da capannone e uffici

763mila euro, è il costo potenziale di un nuovo capannone nel comune di Milano

97mila euro, è il costo potenziale per un capannone, identico a quello che si costruirebbe a Milano, costruito però a Casalpusterlengo

Tassazioni sempre più alte per gli imprenditori lombardi, dal 2014 al 2015 in Lombardia il prelievo locale per le imprese è cresciuto dell’1%, la percentuale si decuplica se si parte dal 2012. Secondo una ricerca svolta da Assolombarda la situazione cambia molto però da comune a comune.

L’analisi, realizzata in 100 comuni tenendo conto di Imu, Tasi, Tassa sui rifiuti e addizionale Irpef prende in esame la tassazione standard applicata su un capannone di 5mila metri e un ufficio di 500 metri. Gli importi medi annui sono pari a 7.785 euro per gli uffici e 40.176 euro per i capannoni (perciò un impianto standard che consta di uffici e capannone arriva ad una media di quasi 48mila euro). Nel territorio lombardo il capoluogo si attesta al vertice della classifica come Comune più caro, qui un capannone può arrivare a costare 763mila euro, mentre l’identica struttura costerebbe a Casalpusterlengo 97.413 euro. A Milano dal 2010 ad oggi l’imposizione sui capannoni è triplicata e per gli uffici è cresciuta del 264%.

Tratto da Il Sole 24 ORE del 15/04/2016, pagina 13