Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Trent’anni di vino italiano, meno produzione e più qualità. Dal 1986 export aumentato del 575%

+575%, è l’aumento dell’export di vino italiano dal 1986 ad oggi

9,4 miliardi di euro, è il giro d’affari del vino italiano

47,60 milioni di ettolitri, è la quantità di vino prodotto in Italia nel 2015

In 30 anni la produzione di vino italiano è cambiata parecchio e in positivo. È ormai lontano lo scandalo del vino al metanolo che ha rappresentato uno dei momenti più bui della storia della filiera e che, proprio per questo, è stato la molla che ha spinto alla ricerca di standard qualitativi di eccellenza.

Nel 1986 l’Italia produceva 77 milioni di ettolitri oggi scesi a 47 milioni, in linea con i consumi pro capite passati dai 68 litri del tempo ai 37 di oggi. L’aver abbassato i livelli di produzione ha condotto ad una ricerca più meticolosa della massima qualità, che oggi è testimoniata dall’esistenza di numerose etichette Doc e Docg (dal 10% della produzione totale negli anni ’80 al 35% di oggi).

L’emblema della ripresa del comparto vinicolo è rappresentato dall’export, nell’86 valeva meno di 800 milioni di euro mentre oggi ammonta a 5,4 miliardi (+575%).

Tratto da Il Sole 24 ORE del 03/03/2016, pagina 13