Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

“Se potessi avere…” Calcola il potere d’acquisto in lire ed euro con la macchina del tempo

Quanto varrebbero oggi le mille lire tanto decantate da Gilberto Mazzi? Rapportato al 2014 quale sarebbe stato il potere di acquisto di mille lire del 1939? La risposta è 871 euro. Negli anni 50 con uno stipendio di un operaio (30mila lire al mese) cosa ci saremmo comprati oggi? Beni e servizi per un valore attuale di 562 euro. E ancora: per ordinare un caffè nel 1900 (5 centesimi) oggi ci vorrebbero 0,45 euro. E per un console Atari 2600 negli anni Ottanta i nostri genitori hanno speso il corrispettivo di 562 euro.

E’ questa la nostra macchina del tempo, per apprezzare il costo della vita negli anni passati. Inserendo nell’Info Data prezzo espresso in lire (o euro) si può calcolarne il potere di di acquisto. Qui sotto abbiamo realizzato un calcolatore utilizzando i coefficienti di Istat che ha reso disponibile uno strumento statistico per confrontare le variazioni temporali del valore della moneta in Italia a partire dal 1861 fino al 2014. Sotto il calcolatore invece possiamo apprezzare la  curva dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) al netto dei tabacchi.

Metodologia. Le variazioni del potere di acquisto della moneta nel corso del tempo possono essere calcolate, con sufficiente approssimazione, utilizzando i numeri indici sintetici dei prezzi, relativi a particolari aggregati di beni e servizi, adottati per misurare le variazioni medie nel tempo dei prezzi che si formano nelle transazioni tra gli operatori economici e i consumatori privati finali. I coefficienti necessari a trasformare in valori correnti di un determinato anno (per esempio il 2014) i valori monetari di un anno precedente (per esempio il 2000), sono ottenuti dividendo l’indice dei prezzi di quel determinato anno, per l’indice dei prezzi dell’anno precedente prescelto.

Fonte: Istat. Dataviz: Andrea Gianotti.

Ultimi commenti
  • Vincenzo Di Tolve |

    “NO A PIU DEFICIT PER TAGLIARE LE TASSE COPERTURE STRUTTURALI”
    D’accordo è strutturale ma senza il circolante come potrà il Cittadino, Negoziante e Imprenditore a pagare le tasse esagerate, come diavolo fa un Cittadino a pagarle? In poche parole, si dice No a Tav, No a Tap, No a Ponte, e se guardiamo le Infrastrutture che sono pessime, e i controlli fatti appena caduto il Ponti di Genova dimostra che sono preoccupanti! Parliamo del Criminale Sistema Idrogeologico, Sanitario, Scolastico che ciclicamente fa dammi miliardari e vittime innocenti.
    In poche parole tagliarsi la testa perche, il dente duole, e da contadino darsi la zappa sui piedi dire No Tav, No Tap no a questo e quello che senza circolante non vuol dire no Consumi, no a nuove Imprese, Ristrutturazioni e Costruzioni che fanno posti di Lavoro e dai Salari e meno Costo Lavoro e Detassazione Pensioni, Tria può abbassare l’Iva e manco tagliare servizi? Non vorrei dirvi: “Ai mie tempi! ” Ma vi faccio un solo esempio, nelle Masserie in cui vivevo dove facevo il garzone v’era un Passaggio a Livello da quando il treno ad un solo Binario andava a carbone oggi che va elettrico da poco alcuni passaggi sono stati cementati: forse il Turista e non solo devono fare km per andare ala spiaggia, hotel e con questo non consumo di carburante e inquinamento? Se si ragione così il progresso è regresso e Medio Evo! E diventa vero che si stava meglio quando si stava peggio!
    https://www.infodata.ilsole24ore.com/2015/04/14/se-potessi-avere-calcola-il-potere-dacquisto-in-lire-ed-euro-con-la-macchina-del-tempo/
    https://vincenzoditolve.wordpress.com/2019/05/09/triano-a-piu-deficit-per-tagliare-le-tasse-coperture-strutturali/

  • Andrea |

    Buongiorno, vorrei sapere a quanto equivale in euro attuali, in termini di acquisto, 20 milioni del 1986. Grazie

  • Renato Falcone |

    Buongiorno
    Vorrei conoscere il prezzo/valore indicativo in lire di un appartamento di 100mq nel 1990 ( a Chiavari)
    Grazie

  • Manuela Farsetti |

    Vorrei sapere a quale somma oggi corrisponde l’ importo di Lire 30.000 del marzo 1946

  • Giacomo |

    In risposta al messaggio di Paolo Paoli del 14 marzo 2018 ed a quello di Andrea Gianotti dell’8 giugno 2018. Mia madre è del 1953 e le ho chiesto quanto pagava un gelato quando era piccola, mi ha detto che ne prendeva uno piccolo a 10 lire ed uno grande a 20, questo quando aveva cinque o sei anni, a sua memoria. Non so quanto sia attendibile dopo tanti anni ed in riferimento ad un’età in cui si è così poco maturi; fatto sta che anche secondo questa testimonianza il gelato all’epoca costava molto meno di quanto costa oggi, in particolare mi ritrovo esattamente con la somma di 26 centesimi riportata da Paolo. La cifra di 26 centesimi penso appaia estremamente bassa ai più, o almeno a me appare così, ciò mi fa sospettare che per qualche motivo un paragone fatto in questa maniera possa essere fuorviante.

Suggeriti