Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

27 Agosto 2015

Tasse sugli immobili, il prelievo sul mattone vale 40,2 miliardi

scritto da Infodata

Se a fornire 3,4 miliardi di gettito Tasi sono 19,8 milioni di abitazioni principali e altri 12 ,9 milioni di relative pertinenze accatastate a parte (come box e cantine) non resta molto da spremere. L’esenzione dell’abitazione principale, come ai tempi dell’Ici, rappresenta certo una parte marginale di quell’enorme massa di denaro che viene dal mattone (43 miliardi secondo le stime di Confedilizia, 42,1 secondo le Entrate, comprendendo anche imposte di registro e catastali e tutte le altre) ma interessa un numero incredibilmente alto di persone: considerando le famiglie nel loro complesso, almeno 50 milioni di cittadini ne...

27 Agosto 2015

Pronostici su Expo 2015. A fine manifestazione i visitatori saranno 20 milioni

scritto da Infodata

Meno stranieri del previsto, più italiani di quanto stimato. Sullo sfondo, una scarsa capacità di fare previsioni e di promuovere gli eventi all’estero. È il risultato della ricerca di Federalberghi sull’Expo, ormai partito quasi 4 mesi fa. Secondo le stime degli albergatori di Confcommercio, che associano 27mila strutture in Italia, l’evento universale di Milano si chiuderà con un risultato molto positivo sul fronte nazionale: 16 milioni di italiani, tra maggiorenni e minorenni, avranno visitato il sito espositivo (su circa 18-20 milioni di arrivi complessivamente attesi dalla società Expo). Le previsioni stilate da...

27 Agosto 2015

Lavoro. Il ministero corregge i dati: i nuovi contratti a tempo indeterminato sono 327mila

scritto da Infodata

Ieri ennesima rettifica dei dati sul lavoro: il ministero guidato da Giuliano Poletti ha corretto i numeri su attivazioni e cessazioni dei contratti di impiego nei primi sette mesi dell’anno (e le modifiche sono significative). In una nota diffusa martedì il ministero evidenziava un aumento di 420.325 nuovi contratti a tempo indeterminato tra gennaio e luglio 2015, frutto della differenza tra 1.084.461 attivazioni di rapporti stabili e di 664.136 cessazioni (si veda Il Sole-24 Ore di ieri). Si sottolineava anche un forte incremento del saldo dei nuovi contratti totali (oltre 2,3 milioni rapporti in più), dovuto essenzialmente a un...

27 Agosto 2015

Dalla Cina dati economici allarmanti. Il debito di Pechino vola oltre il 200% del Pil e rischia di crescere ancora

scritto da Infodata

Per quanto il Paese abbia continuato a nicchiare sull’indebitamento crescente e sul peso altrettanto consistente del debito pubblico rispetto al Pil appellandosi alla piena sostenibilità degli impegni presi, dopo lo scivolone innescato dalle borse il 3 luglio anche per le autorità cinesi diventa difficile negare i contorni reali del problema. Per mesi e mesi gli organi ufficiali hanno attutito la rilevanza di quei 28mila miliardi di dollari di soldi presi a prestito che hanno fatto schizzare il debito privato al 200% del Pil. Secondo una stima della società di consulenza americana McKinsey, il debito cinese si è quadruplicato dal...

26 Agosto 2015

La filiera dell'auto verso i livelli pre-crisi: nel 2014 fatturato da 18,9 miliardi di euro

scritto da Infodata

Nella complessa transizione italiana, l'automotive industry ha riacquisito la sua storica centralità. Le due linee di sviluppo strategico sono ormai chiare: la reindustrializzazione degli stabilimenti di Fca – prima Pomigliano d'Arco, poi Grugliasco e infine Melfi – e la trasformazione dell'Europa in una piattaforma tecno-industriale basata sulla primazia funzionale delle case automobilistiche tedesche e sul ruolo virtuosamente ancillare della componentistica degli altri Paesi continentali, inclusa quella italiana. Il fatturato 2014 delle 917 maggiori imprese operanti nel ramo della componentistica auto è stato di 18,9 miliardi...

26 Agosto 2015

Risparmio. I beni rifugio tutelano ancora il patrimonio? Da inizio 2015 oro a -4,026% e diamanti a -6,411%

scritto da Infodata

«I beni rifugio? Non esistono più». Il commento è lapidario, ma è quello che pensano i consulenti finanziari e gli analisti sentiti in questi giorni di tracolli dei listini. Oro e diamanti in particolare sono considerati soltanto in un’ottica di ampia diversificazione. Qualche apertura, timida, sul franco svizzero. Certo poi vi è tutto il settore obbligazionario e in particolare i titoli di Stato europei che sembrano essere immuni alla tempesta di questi giorni grazie anche alle manovre della Banca centrale europea. Oro e diamanti, considerati a lungo i "beni rifugio" per eccellenza, nei primi mesi del 2015 hanno subito...

25 Agosto 2015

Manovra fiscale, per attuare le riforme occorre un +1,5% del Pil nel 2016

scritto da Infodata

La possibile revisione al ribasso della stima di crescita per il 2016 renderebbe più arduo rispettare il target del deficit fissato al momento all’1,8%, anche per effetto del ridimensionarsi dei risparmi in conto interessi attesi dalla stabilizzazione dello spread attorno ai 100 punti base. Sarebbe a quel punto a dir poco complicato percorrere la strada (da concordare con Bruxelles) di un sia pur modesto incremento del deficit per finanziare alcune delle spese in programma con la legge di Stabilità. Resterebbe l’arma della flessibilità sul fronte degli investimenti, ma gli importi in gioco (4-5 miliardi) non paiono decisivi ai fini...

25 Agosto 2015

Emergenza migranti, il 40% dei nuovi arrivi entra in Europa dal Mediterraneo Orientale

scritto da Infodata

Il terzo record mensile consecutivo e il triplo rispetto a un anno fa: segnalano un’escalation gli ultimi dati Frontex sugli ingressi illegali dei migranti in Europa. Oltre 100mila in luglio e poco meno di 340mila nei primi sette mesi dell’anno, mentre se ne erano contati circa 70mila in giugno, 35mila nel luglio 2014 e 283mila in tutto il 2014. Nei primi 7 mesi del 2015 sono arrivati 338.083 migranti in Europa. Il 39,1% dei nuovi ingressi proviene dal Mediterraneo Orientale, il 30% dai Balcani Occidentali e il 27% dal Mediterraneo Centrale. Attualmente le regioni italiane ad ospitare il maggior numero di migranti nelle strutture...

25 Agosto 2015

Export, il calo delle valute fa tremare le imprese italiane. A rischio il 10% delle esportazioni

scritto da Infodata

Per gli esportatori europei c’è stato appena il tempo di gioire osservando la brusca risalita del dollaro rispetto alla valuta comune (ieri tornato ai massimi da gennaio sul biglietto verde), ripresa che ora rischia di essere oscurata dalla nuova caduta di rublo, real, lira. Anche se in realtà Russia, Brasile e Turchia sono in buona compagnia, affiancate nella loro discesa da decine di altre valute. Alcune, come il tenge kazaco, sconosciute ai più prima del recente tracollo, che ha portato la moneta di Astana a cedere in un solo giorno quasi un quarto del proprio valore. Poco male si dirà. Perché in effetti il made in Italy...

25 Agosto 2015

Borse. La crisi cinese fa cadere Piazza Affari: Ftse Mib -5,96%

scritto da Infodata

L’ondata generalizzata di vendite che si è abbattuta ieri sui mercati azionari ha colpito duro anche a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso in calo del 5,96% in una giornata ad altissima volatilità che ha visto il paniere delle blue chip milanesi scivolare fino a -7% poco dopo l’avvio shock di Wall Street. Tutti i 40 titoli del paniere principale hanno chiuso gli scambi in rosso. Allargando il quadro al listino complessivo Ftse Italia All Share il risultato non cambia di molto: appena sei società (Seat Pagine Gialle, SS. Lazion, Emak, Parmalat e Telecom Italia Media) su un totale di 223 quotate ha chiuso le contrattazioni...