Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
tecnologia

Italiani sempre più social. E il mobile corre veloce

Più della metà della popolazione mondiale accede regolarmente a Internet. E forse, parlare di come la Rete ci abbia cambiato la vita, è ormai banale. Aggiornarsi sui numeri, invece, è informazione utile. Anche perché i numeri offrono conclusioni interessanti sugli impatti che il digitale sta avendo ed avrà sul business e sulla società in generale.

L’ultimo report firmato da We Are Social in collaborazione con Hootsuite si chiama “Digital in 2017”, e offre uno spaccato di quella che è oggi l’Italia digitale.

Ma andiamo con ordine. Sono passati solo 25 anni da quando Tim Berners-Lee ha resto il World Wide Web accessibile a tutti. Ed oggi sappiamo un po’ di cose. Ad esempio che:

– più della metà della popolazione mondiale usa uno smartphone;
– quasi due terzi della popolazione mondiale possiede un telefono cellulare
– più della metà del traffico internet è generato da mobile;
– più della metà delle connessioni mobile avviene oggi su banda larga;
– più di una persona su cinque della popolazione mondiale ha effettuato almeno un acquisto online negli ultimi 30 giorni.

Cosa succede in Italia

Il report di We Are Social e Hootsuite, relativamente all’Italia, ci racconta che siamo un Paese sempre più social e mobile. Ecco i grafici:

Su una popolazione di quasi 60 milioni di abitanti, oltre 39 milioni utilizzano internet e 31 milioni sono attivi sui social media, ovvero il 52% del totale. Di questi 28 milioni accedono ai propri social preferiti tramite mobile (47% dell’intera popolazione) evidenziando come questi strumenti siano sempre più parte integrante della quotidianità.

Il nostro Paese denota inoltre un’ampia frammentazione delle piattaforme social utilizzate, segnale di come le persone scelgano in modo molto flessibile il canale migliore per fruire e condividere contenuti a seconda delle proprie esigenze. Se Facebook e YouTube la fanno da padrone come social media, Instagram con il 28% dell’utenza, evidenzia una fortissima crescita rispetto al 2016, subito dietro alle principali app di messaging (WhatsApp e Facebook Messenger).

Infine un altro dato interessante riguarda l’età che si fa sempre più trasversale nella popolazione, rivelando come i social media non siano più soltanto un hot topic dei più giovani ma si siano trasformati in strumento di informazione e comunicazione alla portata di tutti.

Cosa succede nel mondo

Il 2016 è stato un anno di straordinaria crescita nell’utilizzo di internet a livello globale, con un forte incremento di quasi tutti gli indicatori rispetto al 2015:

– 3.77 miliardi di utenti internet nel 2017, con una penetrazione del 50% sulla popolazione mondiale;
– 2.80 miliardi di utenti di social media nel 2017, con una penetrazione del 37%;
– 4.92 miliardi di utenti mobile nel 2017, con una penetrazione del 66%;
– 2.56 miliardi di utenti social media da mobile nel 2017, con una penetrazione del 34%;
– 1.61 miliardi di utenti di e-commerce nel 2017, con una penetrazione del 22%.

La rapidità della crescita di questi – e altri – indicatori è stata uno degli elementi centrali anche nel report dell’anno scorso (Digital in 2016), ma, considerando che oggi la penetrazione di internet ha superato il 50%, era lecito aspettarsi un rallentamento di questo trend, invece è successo esattamente l’opposto:

– l’utilizzo di internet è cresciuto del 10% rispetto al 2016, +354 milioni rispetto al 2015;
– gli utenti attivi sui social media sono aumentati del 21%, è 482 milioni rispetto al 2015;
– gli utenti unici da mobile sono cresciuti del 5%, +222 milioni negli ultimi 12 mesi;
– gli utenti di social media da mobile sono cresciuti del 30%, +581 milioni (!!!) nel 2016.

Più di 2.8 miliardi di persone utilizzano canali social almeno una volta al mese
, e +91% di loro lo fa usando dispositivi mobile: Facebook continua a crescere, e si tratta di un dato molto interessante, visto che – ormai da 10 anni – è la piattaforma – di gran lunga – più usata (se consideriamo tutto il suo ecosistema – che include Instagram, WhatsApp e Messenger – l’audience è costituita da 4.37 miliardi di persone).

Un altro dato interessante riguarda il tempo speso sui canali social: GlobalWebIndex sottolinea come l’utente medio spende – mediamente – 2 ore e 19 minuti usando piattaforme social ogni giorno. I numeri che riguardano i social media sono impressionanti, ma ancor più lo sono se legati all’accesso di questi canali da dispositivi mobile: più di un terzo della popolazione mondiale accede a piattaforme social da mobile (2.5 miliardi di persone, +581 milioni rispetto a 12 mesi fa). Circa l’8% della popolazione mondiale ha iniziato a usare dispositivi mobile durante il 2016: questo significa un nuovo utente ogni 18 secondi (giusto per dare un’idea, mentre leggevate questa frase, 100 persone hanno iniziato a usare un dispositivo mobile per accedere a canali social).