Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
infodata del lunedì

Casse dei professionisti: dove va il risparmio delle pensioni?

Tanto mattone, tanti titoli del debito pubblico e, soprattutto, tanto estero. Il risparmio previdenziale veicolato dalle Casse dei professionisti (circa 80 miliardi nel 2016) ha generato un piccolo rivolo di finanziamenti alle imprese italiane, appena 6,3 miliardi; 100 milioni in più del 2015. Un valore che rappresenta sì e no lo 0,2% delle forme di finanziamento delle aziende.
Il dato, che conferma ancora una volta la lontananza siderale di questi soggetti collettivi dall’economia reale, arriva dall’ultimo report pubblicato dalla Covip sulle politiche di investimento delle venti Casse vigilate.
L’economia reale
Nell’anno in cui hanno fatto il loro debutto tra gli azionisti della Banca d’Italia (un miliardo di euro sottoscritto) e contemporaneamente ingranato una clamorosa retromarcia sull’ipotesi di intervento diretto nel fondo salva banche Atlante, le Casse hanno fatto arrivare alle imprese nazionali 3,3 miliardi (3,2 nel 2015) acquistando obbligazioni e confermando i tre miliardi di azioni già detenute. Si tratta di meno di un quinto degli investimenti domestici, pari a 32,9 miliardi, che a loro volta pesano per il 41% delle attività. E attenzione, gli investimenti nel “sistema Paese” non sono in crescita ma in calo: -1,7% rispetto all’anno precedente, mentre sono aumentati gli attivi investiti oltreconfine (+1,7%, pari al 41,5% del totale per un valore facciale di 33,1 miliardi).
Se si esclude la liquidità, in prevalenza depositi bancari, gli investimenti domestici sono al 49,8% mentre quelli esteri salgono al 50,2 per cento.

Ultimi commenti
  • Laura |

    In materia Previdenza Alleanza sta lavorando parecchio per dare informazioni più dettagliate, offrendo la propria consulenza arrraverso i propri intermediari. Si stanno facendo passi da gigante, bisogna davvero fare la differenza
    Laura

  • Nando Lorenzetti |

    la CASSA GEOMETRI è da giugno che deve calcolare la mia parte di pensione in totalizzazione gia matrurata a luglio 2015 e con decorrenza maggio 2017. Porteranno la pratica in consiglio a ottobre !!!

  • Roberto Di Gregorio |

    No, io mi chiedo proprio dove vanno i soldi…. Sono pensionato dalla fine del 2016 e percepisco 136,14 euro mensili dalla mia cassa di previdenza, EPPI dei Periti Industriali. Forse non ho versato tanto, circa 42.000 euro in 19 anni, ma è quello che mi è stato chiesto, a fronte, ora, di una elemosina vergognosa che puzza tanto di truffa. Sia ben chiaro che per percepire una pensione vicina ai 1000 euro avrei dovuto versare oltre 600.000 euro, praticamente una cifra impossibile per un geometra di paese…

  • luigi gualerzi |

    Lo scopo delle Casse è tutelare la previdenza degli iscritti e non dilapidare denaro, al solo scopo di compiacere politici e altri interessi, sostenendo carrozzoni marci (Atlante) o un sistema industriale nazionale che, non appena può, scappa a delocalizzare fuori Italia e usa lo Stato solo per mungere contributi (vedi decenni di FIAT/FCA). Quindi, a dispetto del tono negativo del vostro articolo, intriso di ideologia confindustriale, ben venga un siffatto comportamento delle Casse. Luigi Gualerzi – Dottore Commercialista

Suggeriti