Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Grande distribuzione, le vendite crescono del 2,6%. VéGé guadagnava quote di mercato anche in periodo di crisi

60,7 miliardi di euro, è il valore delle vendite della grande distribuzione italiana nel 2015 (+2,6%)

+2,1, sono i punti che indicano le quote di mercato guadagnati da VéGé nel triennio 2013/2016

-1,6, sono i punti persi da Sigma tra gennaio 2013 e gennaio 2016

Gli anni della crisi hanno rimodellato il mercato della grande distribuzione, portando alcune catene ad arrotondare le proprie quote di mercato e a guadagnare terreno rispetto ad altre. Secondo i dati di un’indagine dell’Iri, relativa ad un range temporale che va da gennaio 2013 a gennaio 2016, le principali insegne che hanno aumentato le proprie quote di mercato sono: VéGé (+2,1 punti), Selex (+1,5), Esselunga (+1,4) e Conad (+1,2). Al contrario, quelle che hanno perso di più sono state Sigma (-1,6), Sisa e Auchan (-1) e Carrefour e Despar (-0,8). Coop, leader di mercato, ha invece contenuto le perdite (-0,1 punti), così come i big degli ipermercati Finiper e Pam (-0,4).

Più in generale, nel 2015 le vendite nella grande distribuzione sono cresciute del 2,6% arrivando a 60,7 miliardi. La crescita ha interessato tutti i canali di distribuzione (+4,5% per i super, +0,6% per le superette e +1,1% per i discount) ad eccezione degli iper, che hanno perso l’1,1 per cento.

Tratto da Il Sole 24 ORE del 04/05/2016, pagina 13