Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Mutui e prestiti: in Calabria l’indebitamento è la metà di quello in Lombardia

mutui

La regione con la maggior presenza di persone con finanziamenti attivi è la Toscana, dove si sfiora il 40%, che precede il Friuli-Venezia Giulia, la Sardegna e altre aree del Nord Italia. All’estremo opposto, la classifica viene chiusa dal Trentino-Alto Adige, dove meno di adulto su sei ha in essere un rapporto: seguono la Basilicata (28,4%), il Molise (29,3%) e le altre regioni del Mezzogiorno. Ben diversa la graduatoria dell’indebitamento: in tre regioni del Nord (Lombardia, Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna) si superano in media i 40mila euro, a causa del maggiore peso dei mutui, rispetto a una media nazionale vicina ai 34.500 euro, valore che include anche la quota parte di mutui e surroghe. Nel Mezzogiorno, invece, è maggiore il ricorso ai prestiti per l’acquisto di prodotti di elettronica di consumo e grandi elettrodomestici, arredamento, auto e moto. In Calabria l’indebitamento medio è la metà di quello della Lombardia e in tutte le otto regioni del Mezzogiorno non si superano i 30mila euro di media. In pratica, ciascuno dei quasi 21 milioni di adulti che ha in essere almeno un contratto di finanziamento deve rimborsare a fine mese una rata media di 360 euro.
È quanto rivela la prima edizione della «Mappa del credito in Italia», relativa al 2016, realizzata da Crif utilizzando i dati di Eurisc, il sistema di informazioni con oltre 81 milioni di posizioni creditizie gestito dalla società bolognese

Articolo sul Sole 24 Ore del 20 marzo 2017