Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cronaca

La mappa degli inceneritori in Italia

Otto inceneritori nuovi. Quasi tutti nel Mezzogiorno, ma anche in Centro Italia. È il programma del Governo per affiancare la raccolta differenziata dell’immondizia e risolvere il problema di 1,8 milioni di tonnellate annue di rifiuti che non trovano destinazione.
Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato l’altra settimana il decreto con cui il Presidente del consiglio parte dal principio europeo (e dal principio logico) che ognuno deve smaltirsi la sua immondizia, senza farla subire ad altri. Censisce la quantità di immondizia prodotta dagli italiani, zona per zona. Enumera gli inceneritori disponibili, dai 13 della Lombardia agli zero della Sicilia. E ripartisce i fabbisogni.
Il decreto era previsto dall’articolo 35 dello Sblocca Italia e aveva suscitato mille battibecchi. I battibecchi si moltiplicheranno quando si tratterà di decidere dove costruire gli impianti.

Articolo sul Sole 24 Ore del 23 ottobre 2016
Ultimi commenti
  • Mario Martinez |

    LAVORO NEI TERMOVALORIZZATORI POSSO DARE UN PICCOLO CONTRIBUTO?
    UN TERMOVALORIZZATORE INQUINA QUANTO UN TIR SOLO CHE DA LAVORO A CIRCA 350 FAMIGLIE
    IL RICICLO E’ IMPOSSIBILE AL 100% UNA PARTE DEVE ESSERE TRATTATA.
    AVETE MAI SENTITO PARLARE DI CDR?
    EBBENE; IL CDR E’ LA PLASTICA E LA CARTA CHE VIENE RACCOLTA NEL DIFFERENZIATO VIENE MACINATA DAI CENTRI DI RACCOLTA E INVIATA AI TERMOVALORIZZATORI.
    RISULTATO: LA TASSA SUI RIFIUTI URBANI E’ AUMENTATA IN MODO VERGOGNOSO.

    I TERMOVALORIZZATORI RISPETTANO TUTTI I VALORI IMPOSTI SULLE EMISSIONI E L’ARPA E’ UN VERO MASTINO CHI SFORA SOLO PER 10 MINUTI VIENE IMMEDIATAMENTE BLOCCATO.

    AVETE PRESENTE I CAMINETTI E LE STUFE A PELLET?
    VI SIETE DOMANDATI QUANTO INQUINANO?
    INFATTI QUESTI NON SONO DOTATI DI NESSUN TIPO DI CATALIZZATORE.

    AVETE PRESENTE LE DISCARICHE?
    EBBENE: SONO IL MODO PER AVVELENARE DI OGNI TIPO DI VELENO LE FALDE ACQUIFERE, CONTROLLATE I DATI DI INQUINAMENTO DELLE FALDE DOVE CI SONO LE DISCARICHE.
    GRAZIE

  • loreti vincenzo |

    Tutti bravi a chiacchiere, ma in Italia con la Raccolta Differenziata non siamo nemmeno al 50%, quindi ogni anno dobbiamo mettere in discarica o termovalorizzare 15 milioni di ton. di rifiuti. Siccome la Ue vieta il conferimento in discarica è ovvio che bisogna andare verso la termovalorizzazione come fanno in tutto il mondo. Basti pensare che sono al centro di Berna, Copenaghen, Vienna, Parigi e nessuno fa le assurde sceneggiate che si verificano in Italia. In altrenativa abbiamo la finta R.D. che poi viene stipata in capannoni che regolarmente vanno a fuoco, come successo di recente A Pomezia, Cannicci Gr, Mortara, Abruzzo, Sicilia, Olgiateolona ecc. ecc. Il rituale è lo stesso. arriva l’Arpa, circoscrive la zona, impone il non consumo di ortaggi e di restare tappati in casa e dopo una settimana tutto regololare. E poi si ricomincia daccapo…

  • Mina chiarlitti |

    L ‘incenerimento non è affatto sicuro sia innocuo .l’ alternativa è il riciclo.

  • pietro |

    Speriamo solo che siano di ultima generazione che ne vengano costruiti pochissimi. Avete mai sentito parlare di economia circolare?

Suggeriti