Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
politica

Quanto costa la corruzione agli italiani? Negli ultimi tre anni il male è cresciuto del 74%

74%, è l’aumento della corruzione in Italia negli ultimi tre anni

585 miliardi di euro, è il differenziale tra i costi della corruzione in Italia e i costi in Germania secondo il calcolo del professore dell’Univeristà di Bologna Lucio Picci

Alcune decine di miliardi, è il costo che il professor Alberto Vannucci dell’Università di Pisa attribuisce alla corruzione in Italia

Corruzione: il male secolare del nostro Paese. Un male da non sottovalutare, che soffoca lo sviluppo e vanifica gli interventi di politica economica. Basti pensare che iniezioni di capitali di portata comparabile all’economia statunitense da una parte e al sistema economico italiano dall’altra, volute dai Governi dei due Paesi, hanno condotto a risultati molto diversi.

Parliamo dell’American Recovery and Reinvestment Act (Arra) predisposto dall’amministrazione Obama nel 2009 e dell’intervento Grandi Opere voluto dall’Italia nel 2001. Da una parte uno stanziamento di 260 miliardi per lavori pubblici che nel 2012 risultavano già completati per il 70%. Dall’altra, uno stanziamento di 285 miliardi che in 13 anni ha portato al completamento dell’8,3% dei lavori previsti.

Il motivo? La corruzione. Un male endemico per l’Italia, che erode i fondi pubblici in maniera difficilmente quantificabile. Si tratta di una perdita di qualche decina di miliardi per Alberto Vanucci, professore di Scienze Politiche dell’Università di Pisa. «Un ammontare che se fosse ridistribuito agli italiani, farebbe aumentare il loro reddito pro capite di 10.607 euro all’anno» – azzarda Lucio Picci, professore di economia all’Università di Bologna. Mentre Ugo Arrigo, economista dell’Università Bicocca di Milano, calcola che se si adottassero in Italia i parametri di spesa francesi si sarebbero dovuti spendere 8,9 miliardi all’anno, la metà di quanto compare sui libri contabili dello Stato italiano (17,8 miliardi).

Tratto da Il Sole 24 ORE del 28/01/2016, pagina 25

Ultimi commenti
  • Nicola Tumiatti |

    Nel mio caso sono stato per CORRUZIONE accusato di malattia psichiatrica quando dal 1984 al 2010 L’EPILESSIA CRIPTOGENETICA FARMACORESISTE TEMPORALE DESTRA da 14 Policlinici specializzati nella neurochirurgia e nella cura farmacologica hanno sempre scritto la reale situazione che si tratta di Malattia NEUROLOGICA della patologia mail magistrato BENEDETTO ROBERTI con le sue colleghe MARIELLA FINO – LARA FORTUNA PAOLA CARMEN – LUISA ROSSI sono andati a frodare i certificati medici di 27 anni eseguiti dai rispettivi Policlinici, causando la falsa visita medica.

    I Policlinici sono a Padova Mentre Milano Bologna Roma e all’Estero sono in Francia a Marseille Policlinico DE LA TIMONE che lavora con il POLICLINICO SPAGNOLO INGLESE GIAPPONESE e di BOLOGNA BELLARIA.
    Oggi con il reato di aggressione subito i danni alla Salute causati per corruzione commesso dal TRIBUNALE di [ Padova – Venezia – Vicenza ] non è più operabile per aver commesso il REATO di TENTATO OMICIDIO cambiando i farmaci PRESCRITTI senza la firma del medico curante PATRIK SCOVELLE e causato il SECONDO Focolaio nella zona TEMPORALE SINISTRA che se viene operato si rischia la formazione del TUMORE.
    Nel 2016 ho eseguito l’esame di controllo e il Policlinico BELLARIA ha verificato la presenza del SECONDO FOCOLAIO che si è formato dopo il reato di aggressione degli ufficiali della caserma Rismondo pagati per CORRUZIONE mi hanno colpito alla testa durante due crisi Epilettiche Psicomotorie dopo la provocazione che mi ha causato le due crisi Epilettiche Medie dove sono caduto a Terra ma l’hanno considerata Malattia Psichiatrica perché non conoscevano la Malattia che sviluppa Tre Generi diverse di Epilessia.
    Crisi Epilettiche con perdita di coscienza
    [ PICCOLE – MEDIE – CONVULSIVE ]

    E arrivata la CARTELLA CLINICA CONFORME che dimostra la reale situazione di Aggressione subita dai 10 Carabinieri di Padova pagati in nero dai magistrati. che non conoscendo la patologia Neurologica sono stati pagati e hanno creduto a chi se inventato che la patologia è Psichiatrica ed hanno pagato i magistrati per farmi uccidere, gli ignoranti dei magistrati hanno dato ordine di cambiare la terapia PRESCRITTA dai miei medici e modificato il dosaggio che mi ha mandato in coma farmacologico e mi hanno colpito alla testa ed oggi riporto il danno alla testa non più operabile.

  • Maria Maddalena Ascalone |

    tocchera alla Società Civile andare oltre il malessere, manifestare attraverso i media o altre forme di esserci e votare esclusivamente persone capaci e corrette

  • Mara Brisotto |

    Siamo i primi in classifica

Suggeriti