Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Rapporto costi-benefici positivo per le fonti di energia rinnovabili. In Italia energia pulita al 40%

40%, è la quota di energia pulita prodotta in Italia

29 miliardi di euro, sono i benefici derivanti dalle energie pulite

5,8 miliardi di euro, è il costo che l’energia pulita ha per gli italiani, se si considera che gli incentivi rivolti verso queste fonti si ripercuotono in bolletta

L’Italia è uno dei Paesi più forti per la produzione di energia pulita, 40% sul totale. Benché questo tipo di produzione energetica abbia costi elevati per i cittadini, arrivando a 5,8 miliardi di euro nel 2016, le sue esternalità (danni all’ambiente e alla salute) controbilanciano il peso dei costi. Se si seguirà una politica di intensa promozione di queste energie, come suggerito dagli accordi Onu alla Cop21 di Parigi 2015, i benefici netti potranno ammontare ad oltre 104 miliardi di euro.

Tra le fonti energetiche meno dispendiose, c’è sicuramente il carbone che, pur presentando costi esterni alti, richiede una spesa di 52,1/65,9 euro per chilowattora. Al contrario il fotovoltaico ha costi di produzione diretta molto alti (110/120 euro per chilowattora) ma si caratterizza per un risparmio elevato sulle esternalità (7,5 euro).

Tratto da Il Sole 24 ORE del 21/12/2015, pagina 21