Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
economia

Disoccupazione, il tasso medio di disoccupati nell’eurozona a 28 è sceso al 9,8%. Grecia in testa con il 25,7%

«A questa Europa manca l’anima e il cuore». Con il «rammarico» di un «europeista convinto» il leader di Confindustria, Giorgio Squinzi, ha parlato ieri all’assemblea annuale degli imprenditori – tenuta quest’anno a Milano nella sede dell’Expo – di una Europa che non è quella che vorrebbe, «che fa fatica a tenere il passo dell’innovazione su scala globale», perché è «pesante, lenta, divisa».
Soprattutto dopo un anno dalle elezioni del Parlamento di Straburgo, dalle quali era venuta una «domanda forte di politiche in favore della crescita e dell’occupazione» troppo poco è cambiato e gli «investimenti che si attendevano languono».

La disoccupazione nell’Eurozona a 28 è scesa al 9,8%. Il tasso di disoccupazione più alto rimane in Grecia (25,7%), a seguire la Spagna (23%) e il Portogallo (13,5%). Quarta l’Italia con il 13%.

20152905-Disoccupazione-Europa

Tratto da Il Sole 24 ORE del 29 maggio 2015, pagina 6