Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

06 Luglio 2015

Studenti fuori sede, la maggior parte arrivano da Puglia e Sicilia

scritto da Michela Finizio

La maggior parte degli studenti fuori sede arriva dalla Puglia e dalla Sicilia, seguite subito per numero di immatricolati in una regione diversa da quella di provenienza da Veneto e Campania. Ad attirare, invece, la maggior parte delle matricole sono gli atenei della Lombardia, Emilia Romagna e del Lazio. Il saldo tra emigrazione studentesca e capacità di attirare fuori sede è negativo in ben 12 regioni o province autonome (segnate in rosso sulla cartina in basso), prevalentemente al Sud e nelle Isole ma anche in Veneto e in Liguria. La fotografia della mobilità studentesca emerge dai dati del ministero dell’Istruzione sul numero e...

05 Luglio 2015

Referendum in Grecia: lo scrutinio dei voti in diretta

scritto da Michela Finizio

Ecco il conteggio, minuto per minuto, dei voti scrutinati in Grecia pubblicato sul sito del ministero dell'Interno greco. Clicca sull'immagine per vedere i risultati Qui la legenda per capire i dati, con la traduzione greco-italiano: Εγγεγραμμένοι - Votanti 1.402.118 Ενσωμάτωση -  Voti scrutinati 17,31 % Ψήφισαν - Affluenza 56,29 % Ακυρα/Λευκά - Schede bianche e nulle 5,57 %  - No 60,40 %  - Si 39,60 %

05 Luglio 2015

Grecia, tutti i numeri di un'economia all'angolo

scritto da Michela Finizio

Sono diversi gli indicatori macroeconomici che raccontano la crisi ellenica: lungo una pista olimpica si possono vedere le performance della Grecia rispetto a quelle dell’Eurozona e dell’Italia (guarda l'Infodata del Lunedì pubblicata sul Sole24Ore del 29 giugno). Dall’incidenza percentuale del debito pubblico sul Pil, al reddito pro capite, passando per la disoccupazione, il Paese si classifica sempre sul fondo e negli ultimi anni (dal 2009 all’ultimo dato disponibile) ha perso ulteriormente terreno. Elaborazione Sole 24 Ore su dati Ameco, Eurostat, Ufficio di statistica greco, Banca centrale greca e Wttc. Il Pil pro capite...

05 Luglio 2015

Quanto costano i vini più pregiati? Da Sotheby's Borgogna battuto per un prezzo medio di 767 dollari

scritto da Infodata

Nel 2014 il prezzo medio delle bottiglie battute da Sotheby’s nelle tre grandi piazze mondiali per il vino (Hong Kong, Londra e New York) era di 767 euro per i grandi Pinot Noir di Borgogna, mentre le etichette italiane riuscivano a strappare 253 euro, non a grandissima distanza dagli champagne (286 euro). Ma la bella notizia è che il valore medio delle nostre bottiglie è cresciuto del 47%, di fronte a un calo del 29% delle super bollicine francesi. E comunque il vino copre un quinto delle intere esportazioni italiane (per un valore che supera i 5 miliardi di euro), guidato dalle frizzanti performance degli spumanti e dal successo...

04 Luglio 2015

Equitalia, la riscossione perde 580 miliardi di euro

scritto da Infodata

Alla carica dei 101. Non si tratta del remake rivisto e corretto dello storico cartone animato della Disney, ma dei 101,4 miliardi di crediti che Equitalia vanta nei confronti dei suoi contribuenti debitori sotto la voce «ruoli in lavorazione». E non è tutto. La cifra diventa monstre se si guarda all’intera montagna dei debitori iscritti a ruolo: al 28 febbraio scorso il carico dei ruoli al netto di sgravi, sospensioni e riscossioni ammonta a 682,2 miliardi di euro. Dunque solo il 15% può essere ancora potenzialmente recuperato dall’agente pubblico della riscossione. Equitalia vanta nei confronti dei suoi contribuenti debitori...

04 Luglio 2015

Mercato digitale italiano, nel 2015 previsto +1,10% di investimenti

scritto da Infodata

Lo stupore di Bianca dice tutto. Basterebbe pensare a quello, allo stupore di questa bimba nel video in cui viene ripresa mentre gioca con il tablet, rimpicciolendo e ingrandendo immagini ma senza riuscire a fare lo stesso con le pagine di un periodico, per capire la portata della sfida legata alla digitalizzazione che è davanti a tutti. È stato uno dei momenti dell’assemblea Assinform, l’associazione nazionale che riunisce le principali aziende di Information technology, tenuta ieri all’Auditorium di Expo. Un’assemblea in cui sono stati innanzitutto ripercorsi gli ultimi dati del mercato nel 2014 e previsioni nel 2015: dovrebbe...

03 Luglio 2015

Politica agricola comune, in arrivo 27 miliardi di aiuti da Bruxelles

scritto da Infodata

Gli obiettivi della nuova Pac sono tanti, tutela dei redditi degli agricoltori, misure ambientali per il bene pubblico, garanzie dell’approvvigionamento del cibo, ma anche creazione di nuovi posti di lavoro nelle aree rurali. Una politica inevitabilmente complessa. Commissione e Parlamento Ue hanno discusso 8mila proposte di emendamenti. Sono 26.985 i milioni di euro di "aiuti diretti Pac" stanziati da Bruxelles per il periodo che va dal 2014 al 2020. L'Ue prevede anche 10.375,5 milioni di euro di finanziamenti (sempre suddivisi in rate annuali tra il 2014 e il 2020) destinati allo sviluppo rurale, che si vanno ad aggiungere ai...

03 Luglio 2015

Quali Paesi hanno ricevuto più aiuti dall'Ue: prima la Grecia con 240 miliardi di prestiti, seguono Cipro, Portogallo e Lituania

scritto da Infodata

A guardare l’entità e alle condizioni degli aiuti finanziari esterni accordati alla Grecia, proprio dai creditori istituzionali, i cosiddetti “official”, si scopre che esiste anche la categoria dei debitori privilegiati. Rispetto soprattutto a Irlanda e Portogallo, gli altri due Paesi dell’Eurozona assistiti dall’Efsf e dall’Fmi, la Grecia ha tutti i numeri per essere considerata un “preferred debtor”. I prestiti erogati alla Grecia dai partner europei, il Fondo monetario e il Fondo europeo salva-Stati Efsf ammontano a 240 miliardi, pari al 134% del Pil greco./em> La Grecia ha ricevuto fino ad oggi 240 miliardi di euro...

03 Luglio 2015

Pagamenti delle imprese. Virtuosi i danesi con il 90% di pagamenti puntuali, italiani tra gli ultimi

scritto da Infodata

Se la puntualità è sinonimo di ricchezza, non stupisce che la Danimarca sia il Paese più virtuoso d’Europa nei pagamenti commerciali, con una percentuale di imprese capaci di regolare nei tempi stabiliti i conti con i propri fornitori pari al 90,3%, seguita dalla Germania con il 74,8%. Anche Turchia, Olanda, Spagna, Polonia, Slovenia, Belgio, Repubblica Ceca e Francia mostrano percentuali di pagamento puntuale superiori alla media europea, con concentrazioni più ridotte che oscillano fra il 38,3% (Francia) e il 51,5% (Turchia). Finlandia, Grecia e Irlanda presentano, invece, maggiori difficoltà nel rispettare i termini concordati,...

02 Luglio 2015

Affitti a canone concordato, a Milano aliquota Imu agevolata allo 0,65%

scritto da Infodata

A sedici anni dalla prima firma, la scorsa settimana è stato raggiunto a Milano il rinnovo dell’accordo sul canone concordato. A inizio giugno è arrivata una nuova intesa anche a Napoli, dove il testo definito dalle associazioni di inquilini e proprietari risaliva al 2003. E al 2003 era fermo anche l'accordo di Ancona, che ha visto il rinnovo entrare in vigore lo scorso gennaio. Sono alcuni esempi di capoluoghi regionali che provano a rivitalizzare uno strumento – quello della locazione a costi convenzionati – a lunghi tratti sottovalutato. Ma da Pesaro a Pavia, da Brescia a Benevento, sono diversi i Comuni che negli ultimi sette...