Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

31 Ottobre 2014

Quanto vale l'estate nei musei italiani? Roma prima per visitatori

scritto da Luca Tremolada

L'estate nei musei Il terzo trimestre 2014 – periodo estivo, come ogni anno decisivo per le dinamiche turistiche – si è concluso molto positivamente per gli attrattori culturali dello Stato: i visitatori complessivi si sono attestati a quota 11.847.600, crescendo del 7,14% sullo stesso periodo dell’anno precedente, mentre gli incassi hanno raggiunto i 44,8 milioni lordi (+8,58%). Lo rivelano i dati del ministero dei Beni culturali rielaborati dal Sole 24 Ore. Qui l'articolo di Matteo Prisco sul Sole 24 Ore online.

31 Ottobre 2014

Gazprom e Kiev trovano un accordo: come cambia il prezzo del gas in Ucraina e Ue

scritto da Infodata

La Commissione europea, insieme ai governi russo e ucraino, ha annunciato ieri a tarda sera un atteso accordo a tre sul futuro delle forniture di gas a Kiev. L’intesa è giunta dopo un ennesimo round negoziale. Coinvolto nelle trattative, l’esecutivo comunitario si è adoperato per evitare in inverno eventuali blocchi delle forniture russe all’Unione europea. Smentendo voci della vigilia, Bruxelles ha spiegato che non avrà alcun ruolo di garante finanziario a favore dell’Ucraina. L'accordo, arrivato dopo mesi di negoziati, prevede che parte del debito arretrato dell’Ucraina nei confronti di Gazprom venga pagato in due...

29 Ottobre 2014

Agenda digitale, dove sono andati i soldi dei fondi europei?

scritto da Luca Tremolada

Telecamere di videosorveglianza molte, poi infrastruttura, banda larga, digitale terrestre e in fondo in fondo i laboratori i didattici multimediali nelle scuole. Guardare dentro ai fondi strutturali europei e quelli statali per la coesione che rientrano nell'agenda digitale si scopre di tutto e di più. Abbiamo analizzato i dataset  aggiornati al 30 giugno di quest'anno relativi ai Fondi Strutturali 2007-2013 (17.919) Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007-2013 (129) Piano d’Azione Coesione (3) sul portale Opencoesione del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica del Mise. Sono monitorati finanziamenti per...

29 Ottobre 2014

Dove conviene aprire una attività imprenditoriale? Singapore è al primo posto, l'Italia al 56esimo

scritto da Luca Tremolada

Per il nono anno consecutivo, Singapore si piazza al primo posto nella classifica dei Paesi dove è più conveniente fare affari o creare un'attività imprenditoriale. È quanto emerge dalla ricerca annuale elaborata dagli esperti della Banca mondiale (Wb), con la città-Stato asiatica che precede la Nuova Zelanda e Hong Kong. La speciale classifica elaborata dagli esperti prende in esame parametri quali la tempistica necessaria per aprire (e chiedere) un'attività imprenditoriale, ottenere i permessi di costruzione e la pressione fiscale. In Italia, come scrive Alessandro Merli  su Italy24 (il quotidiano digitale in inglese...

28 Ottobre 2014

Sud in recessione, Nord in timida risalita. Ecco le regioni con il Pil pro capite più alto

scritto da Luca Tremolada

Sud ancora in recessione, mentre il Centro-Nord timidamente risale - Secondo le stime Svimez aggiornate a settembre 2014, nel 2013 il Pil italiano dovrebbe calare dell'1,9%,quale risultato del -1,4% del Centro-Nord e del -3,5% del Sud. A causare la contrazione dell’attività produttiva il calo dei consumi (stimato in -2% al Centro-Nord, che diventa –2,4% al Sud) e il crollo degli investimenti, -5,2%, a fronte di un calo nazionale del -4,6% al Centro-Nord. Se confermate, queste previsioni portano a otto gli anni consecutivi nei quali il Pil meridionale è stato negativo, con un crollo dei redditi al Sud del 15% tra il 2008 e...

28 Ottobre 2014

Cala l'uso del dialetto in casa ma solo il 20% dei giovani parla (bene) una seconda lingua

scritto da Luca Tremolada

I dati dell'Istat sono del 2012. In due anni qualcosa sarà cambiato ma il trend è evidente.  In Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351 mila individui) parla in prevalenza italiano in famiglia. La quota aumenta quando ci si intrattiene con gli amici (56,4%) e, in misura più consistente, quando si hanno relazioni con persone estranee (84,8%). L'uso prevalente del dialetto in famiglia riguarda il 9% della popolazione di 18-74 anni (3 milioni 976 mila persone). Una percentuale del tutto analoga (9%) si registra nelle occasioni di relazione con gli amici, mentre scende all'1,8% con gli estranei. Tuttavia,...

27 Ottobre 2014

Cresce il numero di imprese in Italia ma è boom di fallimenti

scritto da Luca Tremolada

I rilevamenti di Unioncamere offrono un quadro dai tratti bipolari per il momento che sta vivendo l'economia del Paese. Da un lato cresce il numero delle imprese: 16.500 attività in più nel trimestre compreso tra luglio e settembre, rispetto al periodo precedente (+0,3%). Dall'altro si registra un boom di fallimenti: oltre 10mila nei primi nove mesi dell'anno Articolo su Il Sole 24 Ore

27 Ottobre 2014

Ecco la mappa italiana del gioco d'azzardo legalizzato. Quanto si spende e dove si vince di più

scritto da Luca Tremolada

Nel “Libro Blu” vengono riportati i dati delle Agenzie delle Dogane e dei Monopoli sulla situazione del gioco d'azzardo legalizzato in Italia. Nel 2012 la spesa era di 18 miliardi di euro, l'anno dopo è scesa a 17 miliardi. A pesare su questo "leggero" calo la crisi ma sopratutto la diffusione del gioco online. L'Abruzzo e la Lombardia sono le regioni che spendono di più nelle macchinette mangiasoldi. Il Bingo vince in Sicilia mentre in Lotto in Campania.  Si scommette molto ai cavalli invece in Toscana. Tutti i numeri nell'infografica. Dataviz a cura di Andrea Gianotti

27 Ottobre 2014

Quanto vale l'industria italiana del videogioco? Tutti i numeri dell'italian game developer census

scritto da Luca Tremolada

Una azienda su tre è formata da due persone. Svilluppano prevalentemente per dispositvi mobili, amano i puzzle game  ma insieme generano un giro d'affari di 20 milioni di euro. . Questa in estrema sintesi è la foto dell'industria italiana di sviluppatori di videogiochi scattata da Aesvi. Dopo tre anni di silenzio torna l'Italian Game Developer Census. L’Italia, al quarto posto in Europa per consumo di videogiochi, si trova ancora in uno stato arretrato rispetto al livello internazionale della produzione. Tuttavia, l'ecosistema si sta sviluppando, i soggetti stanno aumentando e anche la visibilità all'estero delle nostre...

26 Ottobre 2014

L'andamento delle spese nei negozi del settore moda

scritto da Infodata

L’Oscar al Trentino-Alto Adige dove, nel primo semestre di quest’anno, lo shopping di moda è addirittura cresciuto del 5,8%; la maglia nera alla Campania, dove il crollo degli acquisti è arrivato addirittura al -10,5%. Dall’Osservatorio acquisti CartaSì elaborato per Federazione Moda Italia emerge un Paese a due facce: al Nord nessuna gelata dei consumi, al Sud una raffica di segni meno, a partire dalla Campania, appunto, seguita da cali simili per Basilicata e Calabria, Sicilia e Puglia. Il settore moda sta vivendo una fase complessa e l'analisi, condotta unicamente sullo shopping effettuato con pagamento tramite CartaSì,...