Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

04 Luglio 2015

Equitalia, la riscossione perde 580 miliardi di euro

scritto da Infodata

Alla carica dei 101. Non si tratta del remake rivisto e corretto dello storico cartone animato della Disney, ma dei 101,4 miliardi di crediti che Equitalia vanta nei confronti dei suoi contribuenti debitori sotto la voce «ruoli in lavorazione». E non è tutto. La cifra diventa monstre se si guarda all’intera montagna dei debitori iscritti a ruolo: al 28 febbraio scorso il carico dei ruoli al netto di sgravi, sospensioni e riscossioni ammonta a 682,2 miliardi di euro. Dunque solo il 15% può essere ancora potenzialmente recuperato dall’agente pubblico della riscossione. Equitalia vanta nei confronti dei suoi contribuenti debitori...

04 Luglio 2015

Mercato digitale italiano, nel 2015 previsto +1,10% di investimenti

scritto da Infodata

Lo stupore di Bianca dice tutto. Basterebbe pensare a quello, allo stupore di questa bimba nel video in cui viene ripresa mentre gioca con il tablet, rimpicciolendo e ingrandendo immagini ma senza riuscire a fare lo stesso con le pagine di un periodico, per capire la portata della sfida legata alla digitalizzazione che è davanti a tutti. È stato uno dei momenti dell’assemblea Assinform, l’associazione nazionale che riunisce le principali aziende di Information technology, tenuta ieri all’Auditorium di Expo. Un’assemblea in cui sono stati innanzitutto ripercorsi gli ultimi dati del mercato nel 2014 e previsioni nel 2015: dovrebbe...

03 Luglio 2015

Politica agricola comune, in arrivo 27 miliardi di aiuti da Bruxelles

scritto da Infodata

Gli obiettivi della nuova Pac sono tanti, tutela dei redditi degli agricoltori, misure ambientali per il bene pubblico, garanzie dell’approvvigionamento del cibo, ma anche creazione di nuovi posti di lavoro nelle aree rurali. Una politica inevitabilmente complessa. Commissione e Parlamento Ue hanno discusso 8mila proposte di emendamenti. Sono 26.985 i milioni di euro di "aiuti diretti Pac" stanziati da Bruxelles per il periodo che va dal 2014 al 2020. L'Ue prevede anche 10.375,5 milioni di euro di finanziamenti (sempre suddivisi in rate annuali tra il 2014 e il 2020) destinati allo sviluppo rurale, che si vanno ad aggiungere ai...

03 Luglio 2015

Quali Paesi hanno ricevuto più aiuti dall'Ue: prima la Grecia con 240 miliardi di prestiti, seguono Cipro, Portogallo e Lituania

scritto da Infodata

A guardare l’entità e alle condizioni degli aiuti finanziari esterni accordati alla Grecia, proprio dai creditori istituzionali, i cosiddetti “official”, si scopre che esiste anche la categoria dei debitori privilegiati. Rispetto soprattutto a Irlanda e Portogallo, gli altri due Paesi dell’Eurozona assistiti dall’Efsf e dall’Fmi, la Grecia ha tutti i numeri per essere considerata un “preferred debtor”. I prestiti erogati alla Grecia dai partner europei, il Fondo monetario e il Fondo europeo salva-Stati Efsf ammontano a 240 miliardi, pari al 134% del Pil greco./em> La Grecia ha ricevuto fino ad oggi 240 miliardi di euro...

03 Luglio 2015

Pagamenti delle imprese. Virtuosi i danesi con il 90% di pagamenti puntuali, italiani tra gli ultimi

scritto da Infodata

Se la puntualità è sinonimo di ricchezza, non stupisce che la Danimarca sia il Paese più virtuoso d’Europa nei pagamenti commerciali, con una percentuale di imprese capaci di regolare nei tempi stabiliti i conti con i propri fornitori pari al 90,3%, seguita dalla Germania con il 74,8%. Anche Turchia, Olanda, Spagna, Polonia, Slovenia, Belgio, Repubblica Ceca e Francia mostrano percentuali di pagamento puntuale superiori alla media europea, con concentrazioni più ridotte che oscillano fra il 38,3% (Francia) e il 51,5% (Turchia). Finlandia, Grecia e Irlanda presentano, invece, maggiori difficoltà nel rispettare i termini concordati,...

02 Luglio 2015

Affitti a canone concordato, a Milano aliquota Imu agevolata allo 0,65%

scritto da Infodata

A sedici anni dalla prima firma, la scorsa settimana è stato raggiunto a Milano il rinnovo dell’accordo sul canone concordato. A inizio giugno è arrivata una nuova intesa anche a Napoli, dove il testo definito dalle associazioni di inquilini e proprietari risaliva al 2003. E al 2003 era fermo anche l'accordo di Ancona, che ha visto il rinnovo entrare in vigore lo scorso gennaio. Sono alcuni esempi di capoluoghi regionali che provano a rivitalizzare uno strumento – quello della locazione a costi convenzionati – a lunghi tratti sottovalutato. Ma da Pesaro a Pavia, da Brescia a Benevento, sono diversi i Comuni che negli ultimi sette...

02 Luglio 2015

Mercato valutario. Cambio euro-dollaro sceso a 1,10

scritto da Infodata

Mentre Tsipras e la Merkel si avvicinano al duello (finale?) del referendum in programma domenica in Grecia sull’approvazione del piano proposto dai creditori, sul mercato dei cambi va in scena un altro appassionante scontro. Quello tra euro e dollaro con la divisa europea che ieri ha ceduto quasi l’1%, dopo aver preso nel corso dell’ultimo anno una chiara direzione ribassista per l’euro, arrivato a marzo fino a 1,04 rispetto agli 1,4 dollari a cui era scambiato fino all’estate scorsa.Dopodiché qualcosa si è rotto e il biglietto verde si è leggermente sgonfiato fino a quota 1,15. In questo movimento le parole usate da...

02 Luglio 2015

Le borse credono nell'intesa con Atene, Piazza Affari +2,15%

scritto da Infodata

A giudicare dai movimenti di ieri, i mercati puntano ancora su un accordo in extremis per la Grecia. O almeno così sembravano pensare, prima che l’ennesimo Eurogruppo partorisse l’ennesima fumata nera e sospendesse le trattative fino all’esito del referendum che si terrà il prossimo fine settimana. Il comunicato di quest’ultimo è però giunto quando almeno in Europa i listini avevano già chiuso i battenti, non c’è stato quindi modo di prendervi le misure: le reazioni, se ci saranno, si vedranno soltanto questa mattina. Wall Street, intanto, ha rallentato un po’ il passo sul finale, conservando soltanto parte dei guadagni...

01 Luglio 2015

Ecomafia. Nel 2014 il business legato all'illegalità ambientale è salito a 21,9 miliardi di euro

scritto da Infodata

Il fatturato dell’ecomafia torna a salire dopo anni di stallo: nel 2014 ha sfiorato i 22 miliardi, sette in più dell’anno precedente.Il merito (si fa per dire) è del circuito illegale del settore agroalimentare che, tra sequestri e finanziamenti illeciti intercettati da inquirenti e investigatori, ha superato 4,3 miliardi (nel 2013 era di circa 500 milioni). L’impennata dimostra un’azione investigativa particolarmente mirata (oltre 8mila controlli nel 2014), soprattutto sul fronte della percezione illecita di contributi pubblici (principalmente europei) destinati all’agricoltura (quantificati in quasi 683 milioni; nel 2013 era...

01 Luglio 2015

Quanto vale il mercato greco per l'Italia: nel 2014 export da 3,7 miliardi di euro

scritto da Infodata

Atene pesa poco sui fatturati. Appena l’1% del nostro export annuale è destinato alla Grecia. L’anno scorso è stato pari a 3,7 miliardi, praticamente la metà rispetto ai 7,8 miliardi di euro del 2008. Ma preoccupa di più l’effetto domino su Italia e Spagna. Dal 2009 si lavora tra pagamenti anticipati o dilazionati per «dare una mano ai clienti storici». Nel 2014 l'export italiano in Grecia è stato di 3.774 milioni di euro, in leggerissima crescita rispetto al 2013 (+0,1%). I settori più attivi nell'export verso Atene sono "Alimentari e bevande", "Tessile, abbigliamento e pelli" e "Prodotti chimici" che insieme valgono...