Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

30 Giugno 2015

Alimentare: nel 2015 +5,7% le esportazioni e +1,5% il fatturato. Accordo Isa e Fsi per sostenere la crescita

scritto da Infodata

Fondo strategico italiano e Isa, la finanziaria controllata dal ministero delle Politiche agricole, siglano un memorandum di intesa per aumentare il valore degli investimenti e delle partecipazioni nel settore agroalimentare italiano. La firma arriva nel corso di un convegno organizzato ieri a Milano da Borsa Italiana proprio per mettere in luce l’interesse crescente della comunità finanziaria nazionale e estera per il food made in Italy. Il settore alimentare si conferma in forte crescita: anche per il 2015 si stima un aumento di fatturato (+1,5%), esportazioni (+5,7%), consumi (216 miliardi) Tratto da Il Sole 24 ORE del...

30 Giugno 2015

Acciaio in caduta libera: produzione -12,6% rispetto al 2014

scritto da Infodata

Non si arresta la caduta dell’acciaio italiano. A maggio, secondo le rilevazioni di Federacciai, la produzione ha registrato una nuova pesante frenata, nell’ordine del 12,6%, portando il dato cumulato dei primi cinque mesi a 9,828 milioni di tonnellate, al di sotto della soglia psicologica dei 10 milioni che, solitamente, a maggio è un dato acquisito. Si tratta dell’ottavo scostamento mensile negativo consecutivo per la produzione. Se si esclude, però, il debole +0,9% registrato nel settembre dell’anno scorso, è da marzo del 2014 che la produzione italiana d’acciaio non mette a segno una variazione congiunturale positiva....

30 Giugno 2015

Disoccupazione in Grecia e Spagna oltre il 20%. Quali i Paesi europei in maggiore difficoltà

scritto da Infodata

«L’impatto finanziario diretto di un default della Grecia sull’economia spagnola è quasi certamente gestibile», secondo Peter Schaffrik, di Rbc Capital Markets, ma ciò che può diventare rilevante e pericoloso per la Spagna - aggiunge l’analista - è la sensazione che si fa breccia tra gli investitori: «È successo alla Grecia, perché non può accadere alla Spagna? Questo possono cominciare a pensare gli investitori. Anche la Spagna ha un debito pubblico elevato, c’è Podemos, le elezioni generali si avvicinano. In realtà non credo che la Spagna abbia molto da temere, lo scenario greco è molto improbabile per Madrid ma...

30 Giugno 2015

Turismo, gli italiani le vacanze le fanno in agosto e preferibilmente in Italia

scritto da Luca Tremolada

Gli italiani detengono il record europeo per la maggior parte delle vacanze trascorse d'estate, in particolare ad agosto. Il 74% delle notti turistiche degli italiani, circa i tre quarti, si concentra infatti nel periodo estivo, a differenza di altri paesi in cui queste sono meglio distribuite durante l'anno. E' quanto emerge da Eurostat. Gli italiani preferiscono inoltre agosto agli altri mesi estivi, segnando il record anche per numero di notti di ferie in questo mese (32,7%). Segue luglio (27,4%), mentre pochi a giugno (10%) e pochissimi a settembre (3,8%). La maggior parte delle vacanze d'estate degli italiani (76,9%) si svolge...

29 Giugno 2015

Porti italiani: +7,9% di traffico merci nel primo trimestre 2015

scritto da Infodata

Secondo l’istituto di ricerche Clarkson il traffico di container nel mondo quest’anno crescerà del 6,7%, per sostenere una crescita attesa del commercio internazionale (fonte Wto) del 3,3%. E l’Italia? Per una volta, è tra i Paesi virtuosi: secondo i dati di Fedespedi (la federazione degli spedizionieri), nei primi tre mesi del 2015 il viavai di merci nei nostri porti principali è cresciuto del 7,9 per cento. L’exploit più clamoroso è quello di Livorno: qui il traffico container è cresciuto di oltre il 30%, un trend che è cominciato alla fine dello scorso anno e che sembra destinato a continuare, grazie al piano strategico...

29 Giugno 2015

Settore manifatturiero, nel 2014 +12% di creazione di valore per le 25 province più produttive

scritto da Infodata

Reggio Emilia sul gradino più alto del podio, medaglia d’argento a Napoli e bronzo a Modena, mentre Milano e Roma trovano posto a metà classifica. La ripresa riparte dai distretti, come rivela la fotografia scattata da K Finance per Borsa Italiana sulla creazione di valore. Uno studio che ha passato ai raggi X i bilanci di 51.300 società di capitali del manifatturiero con un fatturato superiore a 5 milioni di euro censite dalla banca dati Aida di Bureau Van Dijk. Se la crisi ha colpito duro ed è stata dolorosa, qualcosa, timidamente, si muove: 20 delle 25 province con maggiore fatturato hanno registrato una creazione di valore del...

29 Giugno 2015

Da dove vengono i Foreign Fighters dell'Isis: Tunisia primo bacino con 3000 combattenti

scritto da Infodata

Da alcuni anni la Tunisia della speranza è divenuta una fucina di jihadisti. In circolazione ce ne sono ancora parecchi.Il più grande contingente di stranieri partiti alla volta di Siria e Iraq per combattere nelle file dell’Isis arriva proprio da questo Paese: 3mila tunisini. Nessuno Stato può vantare questo triste primato. Almeno 500 sarebbero rientrati, impregnati di un’ideologia che predica violenza, intolleranza, odio. La Tunisia con 3000 giovani prestati alle fila dell'Isis è il più grande serbatoio di Foreign Fighters al mondo, davanti a Arabia Saudita (1500-2.500) e Giordania (1.500). Nell'UE il maggior fornitore di...

29 Giugno 2015

Grecia, tutti i numeri di un'economia all'angolo

scritto da Michela Finizio

Sono diversi gli indicatori macroeconomici che raccontano la crisi ellenica: lungo una pista olimpica si possono vedere le performance della Grecia rispetto a quelle dell’Eurozona e dell’Italia (guarda l'Infodata del Lunedì pubblicata sul Sole24Ore del 29 giugno). Dall’incidenza percentuale del debito pubblico sul Pil, al reddito pro capite, passando per la disoccupazione, il Paese si classifica sempre sul fondo e negli ultimi anni (dal 2009 all’ultimo dato disponibile) ha perso ulteriormente terreno. Elaborazione Sole 24 Ore su dati Ameco, Eurostat, Ufficio di statistica greco, Banca centrale greca e Wttc. Il Pil pro capite...

28 Giugno 2015

Cemento: consumo calato a 20 milioni di tonnellate, -57% dal 2006

scritto da Infodata

Per la prima volta, nel 1961, un’Italia in pieno boom economico arrivava a consumare 20 milioni di tonnellate di cemento, il quadruplo rispetto all’immediato dopoguerra. Un livello mai più rivisto, fino ad oggi. Perché dopo nove anni consecutivi di crisi il settore torna in effetti mestamente agli anni ’60, con un consumo crollato dal 2007 di quasi il 60%, un record tra i settori produttivi. E la prospettiva di chiudere in rosso anche il 2015. «Forse abbiamo toccato il fondo - spiega il presidente di Aitec Giacomo Marazzi, ieri confermato alla guida dell’associazione di categoria per il prossimo biennio - ma certamente in vista...

27 Giugno 2015

Rallenta il settore crociere: solo +0,7% nel 2014

scritto da Infodata

Nel 2014 l’Italia delle crociere ha avuto una crescita talmente bassa da essere marginale, ben al di sotto dei competitor europei. È quanto emerge dall’Economic contribution report 2015 presentato ieri, a Roma, dalla Clia (Cruise lines international association), la compagine che raggruppa gli armatori crocieristici europei. L’anno scorso, in effetti, l’impatto economico del settore in Italia è cresciuto solo dello 0,7%, contro il 2,5% del 2013 e contro il +6,3% della Germania e il +3,9% della Francia. Un rallentamento, quello italiano, che, Francesco Galietti, direttore nazionale di Clia Italia, giudica «allarmante», a fronte...