Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

06 Febbraio 2016

Leggera ripresa per i macchinari italiani. +6,8% la domanda interna, -6,5% l'export

scritto da Infodata

6,8%, è la crescita nel mercato interno di macchine utensili 6,5%, è il calo dell'export 128,7, è l’indice complessivo delle commesse del settore nel 2015 Il comparto delle macchine utensili italiano vede nel 2015 un boom negli ordini interni(+6,8%), che guadagnano dal 2010 addirittura 22 punti. Le commesse estere invece perdono un 6,5%, pur non cessando di essere il principale volano del settore Secondo i dati elaborati dal Centro Studi&Cultura di Ucimu, il 2015 si chiude con una crescita media delle commesse dell’8,6% che porta l’indice complessivo a 128,7. Tratto da Il Sole 24 ORE del 05/02/2016, pagina 9

05 Febbraio 2016

Effetto Uber sul trasporto pubblico. L'eredità della startup che vale 62,5 miliardi di dollari

scritto da Infodata

62,5 miliardi di dollari, è il valore della startup Uber, 15 volte il valore della società di noleggio Hertz 1,1 milioni, sono gli autisti di macchine Uber 351, sono le città in cui è presente il servizio Uber Il concetto di mobilità urbana sta cambiando grazie al nuovo mercato della “app economy” e dello shared transport (termine ombrello, legato alla mobilità sostenibile, dove rientrano i concetti di carsharing e carpooling) il cui player più noto è Uber. Startup più valutata al mondo (62,5 miliardi di dollari) che in poco tempo è diventata un colosso della Silicon Valley con 1,1 milioni di autisti dislocati...

05 Febbraio 2016

Stime al ribasso per la crescita del Pil Ue: nel 2016 +1,7% invece di +1,8%

scritto da Infodata

1,7%, è la crescita stimata per quest’anno nella zona euro 0,5%, è la stima sull'inflazione media annua nella zona Ue per il 2016. Il dato è stato rivisto al ribasso dopo un'iniziale valutazione di 1,0% 10,5%, è il livello di disoccupazione nella zona euro previsto per il 2016 La Commissione europea ha pubblicato nuove previsioni sull’andamento economico dell’Unione. Pierre Moscovici, commissario degli affari monetari, ha parlato di una situazione economica minacciata da incertezze di varia natura, anche di ordine politico. A tal proposito, avrebbe commentato che la chiusura di Schengen "sarebbe un grave errore...

05 Febbraio 2016

Internet, il mondo corre a 5,1 Mbps. Ma offline restano oltre 4 miliardi di persone

scritto da Luca Tremolada

Se da un lato, un rapporto della Banca Mondiale, conferma che la diffusione di Internet corre veloce solo in alcune parti del mondo, lasciando offline oltre 4 miliardi di persone, dall’altro arrivano notizie più confortanti circa la velocità media di connessione. Per chi ce l’ha, ovviamente. Uno degli ultimi rapporti è quello diffuso da Akamai, e analizza il Q3 del 2015 fornendo informazioni sulle statistiche più significative quali velocità di connessione, adozione della banda larga, interruzioni importanti del servizio, esaurimento degli indirizzi IPv4 e adozione degli IPv6. Secondo i dati raccolti da Akamai, a livello...

04 Febbraio 2016

Estendere la banda larga: 233 milioni sono i fondi Pon e 1,557 miliardi quelli Cipe per colmare il digital divide italiano

scritto da Infodata

3,5 miliardi, è il totale dei fondi stanziati per la riqualifica delle “aree bianche” in Italia 7300, sono i comuni interessati dai fondi per la creazione di infrastrutture adeguate alla banda ultra larga 1,557 miliardi, è l'ammontare di fondi del solo Cipe sbloccati l’8 agosto 2015 Il nostro Paese è in netto ritardo rispetto al resto d’Europa per l’estensione della banda ultra larga (ultrabroadband). Come suggerito dalle direttive Ue, sono stati predisposti 1,6 miliardi dal Fesr (fondi regionali europei), 233 milioni da fondi Pon (per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e soprattutto 1,557 miliardi...

04 Febbraio 2016

Ue: crescita in calo nella zona euro. Confronta l'andamento dell'Italia rispetto agli altri Paesi

scritto da Luca Tremolada

Con malcelata preoccupazione, la Commissione europea ha pubblicato oggi nuove previsioni economiche sul futuro della crescita nella zona euro, in calo rispetto alle stime dell'autunno scorso. Lo stesso destino da parte degli economisti dell'esecutivo comunitario ha subito l'economia italiana. A conferma di come sia delicato il giudizio che Bruxelles deve dare alla Finanziaria 2016, la Commissione ha rivisto dal 2,3 al 2,5% il deficit pubblico per quest'anno.  Qui l'articolo sul Sole 24 Ore.com   Ecco l'infografica dell'Ue.

04 Febbraio 2016

Quanto vale l'industria culturale? Quasi un milione di posti di lavoro

scritto da Master24

Quasi un milione di posti di lavoro, per un volume di affari complessivo di 46,8 miliardi di euro: l’industria culturale, in Italia, rappresenta ancora oggi un punto di riferimento e a dimostrarlo sono i dati statistici, registrati da uno studio dell’agenzia Ernst&Young, per l’anno 2014. Dall’architettura alle arti performative, dalle arti visive al cinema, passando per libri e musica, pubblicità e quotidiani, radio, televisioni e videogiochi: sono undici i comparti che arricchiscono la filiera creativa italiana, che da sola ha prodotto il 2,9% del PIL totale.   Nonostante un calo del 6,9% rispetto al 2012, è della...

03 Febbraio 2016

Mercato del lavoro: 109mila occupati nel 2015 ma nel solo mese di dicembre ci sono 21mila posti in meno

scritto da Infodata

109mila, sono gli occupati in più nel 2015 rispetto all’anno precedente 21mila, sono i posti di lavoro persi nel corso di dicembre 2015 37,9%, è il tasso di disoccupazione giovanile del 2015 Il mondo del lavoro in Italia sembra avere un andamento contraddittorio secondo i dati Istat, anche se nell’ultimo periodo ha avuto una crescita. 109mila sono gli occupati in più del 2015 rispetto al 2014, il numero dei disoccupati su base annua è in riduzione, 254mila disoccupati in meno sono alla ricerca di lavoro (-8,1%) rispetto al dicembre 2014, la maggioranza sono donne (-14,3%). Il tasso di disoccupazione attestatosi a...

03 Febbraio 2016

Come si misura l'inflazione? Nel paniere entrano anche tatuaggi e leggings da bambina

scritto da Luca Tremolada

Come ogni anno, l'Istat rivede l'elenco dei prodotti che compongono il paniere di riferimento della rilevazione dei prezzi al consumo, finalizzata alla misura dell'inflazione. L'aggiornamento tiene conto delle novità emerse nelle abitudini di spesa delle famiglie e arricchisce, in alcuni casi, la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati. Per il 2016, la revisione del paniere riflette anche l'introduzione della nuova classificazione dei beni e servizi destinati al consumo ECOICOP (European Classification of Individual Consumption by Purpose). Nel 2016 entrano nel paniere le Bevande vegetali, il Pantalone corto uomo,...

03 Febbraio 2016

Frosinone è la città più inquinata d'Italia. Tutti i numeri dell’aria che respiriamo

scritto da Riccardo Saporiti

Ogni anno uccide quasi 60mila italiani e costa alle casse dello Stato almeno 47 miliardi di euro. Legambiente, che ha appena pubblicato il rapporto “Mal'aria di città 2016”, quantifica così i due principali effetti dell'inquinamento dell'aria respirata dagli italiani. Qui l'articolo su Nova24Tech   E del resto i numeri lasciano pochi spazi alle interpretazioni: nel 2015 ben 48 capoluoghi di provincia, più della metà del totale, ha visto le concentrazioni di Pm10 misurate dalle centraline di rilevamento superare il limite di legge, fissato in 50 microgrammi per metro cubo, per più di 35 giorni. Che rappresentano il...