Info Data Blog


Le notizie raccontate con i numeri

30 Luglio 2015

Quanto sono private le tue conversazioni su smartphone? +65% di intercettazioni telematiche in 10 anni

scritto da Infodata

Che l’hackeraggio sia indirizzato verso pc, tablet e telefoni intelligenti è confermato dai dati del ministero della Giustizia. In dieci anni le intercettazioni telematiche sono aumentate del 65%, passando dai 1.854 bersagli del 2004 ai 3.058 del 2013 (ultimo anno rilevato e reso noto il 23 gennaio 2015 con l’apertura dell’anno giudiziario). Anche a voler prendere in considerazione l’ultimo biennio rilevato la tendenza è confermata: rispetto al 2012, le intercettazioni telefoniche restano pressoché costanti mentre aumentano sia le ambientali (+4%) che le telematiche (+35%). Secondo i dati ministeriali i bersagli delle...

30 Luglio 2015

Tutti i tagli alla Sanità. Lombardia più penalizzata con 385 milioni in meno

scritto da Infodata

Dal top della Lombardia con 385 mln di taglio secco, passando per i 222,5 mln del Lazio e appena 500mila in meno della Campania, fino ad arrivare ai 193 mln della Sicilia e ai 190 del Veneto. E giù giù, fino ai 4,9 mln della Valle d’Aosta, i 12,5 mln del Molise e i 22,8 della Basilicata. Top and down, ecco la classifica dei tagli rigorosamente lineari - tot di Fondo sanitario, tot in percentuale di potatura dei bilanci - che la manovra da 2,35 mld per il 2015 dispensa alla spesa sanitaria in sede locale. I tagli alla sanità previsti dal Governo ammontano a 2.352.000 di euro, ripartiti tra le 20 regioni italiane. La regione...

30 Luglio 2015

La crisi delle banche costa più del Pil greco: dal 2008 cumulati oneri straordinari per 178,5 miliardi

scritto da Infodata

Le banche occidentali hanno pagato il conto dello shopping a prezzi elevati (le europee) e delle frodi (sia le europee che le statunitensi). Tra il 2011 e il 2014 i 32 big europei del credito hanno accusato il colpo su entrambi i fronti con 178,5 miliardi di oneri straordinari cumulati: una cifra pari al Pil della Grecia di un anno. Le grandi banche europee hanno cumulato tra il 2008 e il 2014 178,5 miliardi di euro di oneri straordinari. In particolare 116,6 miliardi si sono persi tra svalutazioni e impairment e 61,9 miliardi sono stati impiegati in contenziosi e risarcimenti legati a vari scandali finanziari. Nello stesso periodo,...

29 Luglio 2015

Un bilancio su Expo a 3 mesi dalla fine, finora venduti 9,3 milioni di biglietti

scritto da Infodata

Ecco l’Expo al primo giro di boa: 9,3 milioni di biglietti venduti, maggiori attese per l’autunno - rispetto ad un trend estivo sottotono - e soprattutto un crescente impatto a livello di visibilità internazionale e di ricadute turistiche. Lo testimoniano i 40 capi di Stato che nel giro di due mesi e mezzo si sono recati al sito espositivo di Rho, a cui si aggiungono 60 ministri del mondo. E, sul fronte del giro d’affari a Milano e nel territorio circostante, lo dimostrano i numeri di arrivi e occupazione alberghiera. Il bilancio dei primi 3 mesi di Expo è di 9,3 milioni di biglietti venduti e di 7,4 milioni di ingressi, con un...

29 Luglio 2015

Fisco, Renzi annuncia: «Tasse sui profitti giù al 24% nel 2017». Cosa prevede la proposta del premier

scritto da Infodata

«In cinque anni l’Italia otterrà una riduzione della pressione del fisco da 50 miliardi di euro: 10 miliardi nel 2015 dal bonus di 80 euro ai redditi medio-bassi e sempre nel 2015 altri 5 miliardi dall’eliminazione della componente lavoro dell’Irap; nel 2016 l’abolizione di Tasi e Imu per un valore di altri 5 miliardi; nel 2017 la riduzione del costo per le imprese dal combinato disposto di Ires e Irap e nel 2018 l’interventi sugli scaglioni Irpef e le pensioni». Matteo Renzi non arretra di un millimetro nel suo progetto di riduzione delle tasse così come annunciato nell’assemblea del Pd di metà luglio tenuta all’expo...

29 Luglio 2015

Segnali di ripresa dal Mezzogiorno, +0,8% di occupazione nel primo trimestre 2015

scritto da Infodata

Dopo sette lunghissimi anni di crisi ininterrotta si affacciano anche al Sud i primi «timidi segnali positivi» e la caduta dell’economia sembra finalmente arrestarsi. Migliora l’occupazione che registra il primo, simbolico, aumento (+0,8% nei primi tre mesi di quest’anno), si dimezza il ricorso alla cassa integrazione, nascono più imprese di quante ne muoiano con i giovani a guidare la voglia di riscossa e infine la spesa e le presenza turistica è da exploit soprattutto in Sicilia. Per il Mezzogiorno la strada per la crescita resta ancora lunga, ma i primi 3 mesi del 2015 hanno dato segnali di ripresa, con una crescita...

28 Luglio 2015

Lavoro, 61mila nuovi contratti ma a giugno per il tempo indeterminato il saldo è negativo

scritto da Luca Tremolada

  E' in vigore dal 7 marzo il Jobs Act.  A giugno, i dati ricavabili dal Sistema Informativo delle Comunicazioni obbligatorie gestito dal ministero del Lavoro evidenziano un incremento dei contratti di lavoro, cresciuti di 61mila unità, che corrisponde alla differenza tra le attivazioni di nuovi contratti (821.544) e le cessazioni (760.446). Dall’inizio dell’anno la percentuale di contratti a tempo indeterminato rappresenta il 21,90% delle attivazioni, contro il 17,11% del primo semestre 2014. Tuttavia giugno si è chiuso con un saldo occupazionale positivo di 61.098 contratti, trainato quasi esclusivamente dai contratti a...

28 Luglio 2015

Expo 2015, quali sono i padiglioni più popolari sui social media? Emirati Arabi in testa con il 22% delle discussioni

scritto da Infodata

Con la fine di luglio, l’edizione milanese di Expo giunge al giro di boa e da più parti emerge l’intenzione di comprendere quali siano i risultati che l’evento sta generando. La scorsa settimana lo stesso Giuseppe Sala ha comunicato ufficialmente che a metà luglio sono stati venduti oltre 9 milioni di biglietti. Ma qual è stato il gradimento di Expo sui social? Mimesi e Doxa, attraverso l'Osservatorio dedicato ad Expo 2015, hanno analizzato i post pubblicati dagli utenti italiani per fotografare il mood sull’evento. Il padiglione di Expo più citato sui social network è quello degli Emirati Arabi Uniti con il 22% di "buzz",...

28 Luglio 2015

Lavoro, il 22% dei nuovi contratti è a tempo indeterminato

scritto da Infodata

Dall’inizio dell’anno la percentuale di contratti a tempo indeterminato rappresenta il 21,90% delle attivazioni, contro il 17,11% del primo semestre 2014. Tuttavia giugno si è chiuso con un saldo occupazionale positivo di 61.098 contratti, trainato quasi esclusivamente dai contratti a tempo determinato, poichè per la prima volta dall’inizio dell’anno si è registrato un dato negativo proprio per i contratti a tempo indeterminato: le cessazioni sono state 9.768 in più delle attivazioni. I nuovi contratti attivati nel primo semestre 2015 sono 821.544 (+1,94% rispetto al 2014), dei quali 145.620 a tempo indeterminato (contro i...

28 Luglio 2015

Shanghai perde l'8,48% ed è allarme per gli altri Paesi emergenti

scritto da Infodata

Il tracollo della Borsa cinese di ieri ha avuto ripercussioni generalizzate sui mercati azionari in tutto il mondo. In prima linea sono finiti i mercati emergenti di cui la Repubblica Popolare è capofila. L’indice Msci Emerging Markets ieri è sceso sotto i 900 punti come non accadeva da tre anni a questa parte. Il crollo della Borsa cinese sta spaventando i mercati di molti Paesi emergenti che hanno nella Cina un importante sbocco per le proprie materie prime. La Repubblica Popolare Cinese è infatti fra i maggiori importatori mondiali di acciaio (consuma il 56% circa della produzione mondiale), Alluminio e Nichel (51%) e Grano...