Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cronaca

A proposito di superstizioni, nel 2020 ci sono stati due venerdì 13

Venerdì 13 è sicuramente uno dei giorni più temuti dell’anno, tanto da aver ispirato film horror e superstizioni di ogni tipo. Gli autori del blog sono tendenzialmente illuministi e non credono alle superstizioni. Tuttavia, ci piacciono i numeri e le ricorrenze. Per esempio come mostra il nostro grafico di Statista, quest’anno ci sono stati due venerdì 13. Il 13 marzo di oggi è seguito da venerdì 13 novembre. Se fossimo superstiziosi avremmo già una spiegazione per quanto sta succedendo nel mondo. Ma non c’è limite al peggio. Se ci limitiamo nel calendario ai prossimi dieci anni scopriamo che il 2026 sarà l’anno più sfortunato, con ben tre venerdì 13: a febbraio, a marzo e a novembre. In attesa, della catastrofe, ecco una sana carrellata

Siccome non lo siamo, ecco una carellata sulle credenze che hanno spinto molti a temere questa data.

Cenni storici.
Prima una nota storica, pare che il primo documento storico che ci parla di questo giorno come sfortunato risale al 1868, quando venerdì 13 novembre morì Gioachino Rossini, famoso compositore italiano. Se invece ci affidiamo alla tradizione cristiana c’è chi mette insieme il giorno della morte di Cristo che sarebbe avvenuta appunto di venerdì e il numero dei partecipanti all’ultima cena che è tredici.

Una spiegazione risale alla mitologia scandinava: c’erano 12 semidei e poi arrivò il tredicesimo, Loki. Ma era crudele con gli uomini: da qui il 13, in quelle terre, è divenuto segno di malaugurio. In Finlandia peraltro ogni anno dal 1995 si dedica un venerdì 13 alla giornata nazionale contro gli incidenti, sia stradali che quelli sul lavoro

In Italia poi oltre al 13 si teme il venerdì 17. Anche in questo caso l’origini potrebbe essere legata al cristianesimo, in particolare al diluvio universale avvenuto il 17 del secondo mese.

In ogni caso, per concludere, temiamo a precisare come Info Data che non è mai stata trovata alcuna correlazione tra il venerdì 13 ed eventi “sfortunati” come catastrofi naturali, casualità di incidenti e persone soccorse in ospedale.