Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cronaca

Amore, divorzio e geocoding. Ecco la mappa dei matrimoni finiti

Dal dicembre 1970, quando fu introdotto in Italia il divorzio, sono tante le coppie che hanno deciso di lasciarsi dopo il matrimonio. Secondo i dati Istat riferiti all’anno 2017, infatti, oggi ci sono più di 1,5 milioni di persone che hanno sciolto il vincolo nuziale e non si sono risposate, mentre i coniugati sono invece poco meno di 29 milioni. Il tasso di divorzio quindi si attesta, in media, sul 5,1%, e tuttavia presente forti differenze regionali.

 

È nel Nord Ovest dove queste percentuali sono più alte: i comuni dove il valore supera il 20% si trovano tra la Valle d’Aosta (in testa vi è infatti Chamois, un borgo di soli 99 abitanti – nel 2017 – tra i quali vivono 10 persone divorziate e 36 coniugate), Torino (con Salza di Pinerolo, Massello e Maugliano) e Cuneo (Roaschia).

 

Considerando però i soli comuni maggiori (quelli con almeno 10.000 abitanti), la forbice geografica si allarga, restando però tutta al centro-nord. Livorno supera il 14%, Trieste il 12% e Aosta l’11%. Il sud ha, quasi ovunque, tassi inferiori alla media nazionale: con i dati aggregati per provincia troviamo in fondo alla classifica Agrigento, Crotone e Caserta.

 

Nell’infodata seguente è possibile filtrare la mappa per provincia oppure cercare il proprio comune, confrontandolo con altri (basta aggiungerli alla selezione)